Incidenti stradali Ospedaletto / Via Marcello Malpighi

Ospedaletto, morto in sella alla moto: forse un malore è stato fatale a Luca

Luca Ponzecchi era un motociclista esperto. In molti non credono che possa essere stata una distrazione a far perdere il controllo del mezzo a due ruote. Si moltiplicano su Facebook i messaggi lasciati dai tanti che lo conoscevano

Difficile, davvero difficile capire cosa possa essere successo nella tarda serata di lunedì, quando Luca ha perso il controllo della sua moto, una HM CRM 125, nella zona industriale di Ospedaletto, mentre stava tornando a casa dopo una partita a calcetto con gli amici. Per ragioni ancora da chiarire ha intercettato il cordolo della rotatoria ed è stato sbalzato a terra. Troppo gravi le lesioni riportate. Luca Ponzecchi, 17 anni, pisano, non ce l'ha fatta. E' morto in sella alla passione della sua vita: la moto. Luca era infatti un promettente asso del motociclismo, un campione, come tanti sulla sua pagina Facebook lo hanno definito. E questo rende ancora più difficile trovare una spiegazione al tragico incidente avvenuto in una serata di fine estate. C'è chi non crede ad una distrazione.

Unico testimone dell’incidente, un militare della Brigata Folgore, il quale ha riferito di avere visto il ragazzo sulla moto che lo ha superato prima della rotonda con andatura regolare, per poi perdere il controllo del mezzo e cadere senza apparente motivo. Il testimone è anche colui che per primo ha tentato di soccorrere il ragazzo, purtroppo senza esito. Dai rilievi compiuti dalla Polizia Municipale non sono stati riscontrati elementi che possano spiegare l’improvvisa caduta del motociclista, poiché nessuna anomalia è risultata sul manto stradale, né elementi estranei quali olio sabbia o ghiaia. Inoltre non ci sono segni di frenata.

Il padre del ragazzo, Franco, affranto dal dolore, non sa spiegarsi l’accaduto, poiché il figlio partecipava da anni a gare di motocross. Il papà sostiene infatti che Luca era tecnicamente preparato ad affrontare ben altre difficoltà rispetto al cordolo di una rotonda o all’eventuale errata traiettoria nell’affrontare una curva.

La salma del ragazzo si trova ora all’Istituto di Medicina legale dell’Università a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Solo l'autopsia di oggi potrebbe riuscire a chiarire le cause: forse un malore potrebbe essere stato fatale al 17enne che ha lasciato un enorme vuoto nella vita dei tanti amici che in queste ore, appena si è diffusa la notizia della morte, stanno lasciando messaggi sulla bacheca Facebook di Luca.

"E pensare che ho passato 5 anni con te. 5 anni di risate spensierate... io che ti vedevo sempre con quel sorriso stampato sulla faccia e ora per colpa di questo tragico incidente non più" scrive Marcello. "Stavi guidando con prudenza, come sempre alla fine, come tutte le volte che ti vedevo passare..poi un malore che non ti permette di proseguire e ti accasci per terra..non è stato un incidente a portarti via, è stato il destino! Un pensiero va in particolare alla famiglia che starà passando momenti veramente atroci e indescrivibili" afferma invece Gabriele. "Luchino ancora non realizzo.!! Mi dispiace eri una grandissima persona!! Ci mancherai a tutti!! Riposa in pace campione!" scrive Lorenzo.

Da tutti i messaggi lasciati esce fuori un profilo preciso di Luca: un ragazzo con la testa sulle spalle, prudente, sempre sorridente e disponibile ad aiutare tutti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedaletto, morto in sella alla moto: forse un malore è stato fatale a Luca

PisaToday è in caricamento