Sant'Ermete: incontro fra commercianti e Giunta comunale

Vertice con presente Confcommercio: annunciati interventi sul fronte sicurezza, nuove telecamere, marciapiedi e parcheggi

Cantiere dei lavori aperti per migliorare Sant'Ermete, una zona commercialmente viva che lungo la via Emilia ospita una ventina di negozi e attività di vicinato. Questa mattina, 11 novembre, si è svolto l'incontro tra una delegazione del direttivo dei commercianti di Sant'Ermete alla presenza del sindaco di Pisa Michele Conti, e degli assessori Paolo Pesciatini, Raffaele Latrofa, Giovanna Bonanno, Gianni Gambaccini. Per Confcommercio erano presenti il coordinatore sindacale Alessio Giovarruscio e la responsabile del centro storico Donatella Fontanelli.

"E' stato molto utile confrontarsi per mettere nero su bianco alcuni impegni concreti dell'amministrazione comunale, proprio a partire dalla sicurezza - il commento di Giovarruscio - già nelle prossime ore sono previsti controlli e una presenza più continua della polizia municipale in un quartiere che da tempo lamenta furti, danneggiamenti e più in generale una situazione di insicurezza. L'impegno di sindaco e assessore Bonanno ad un presidio fisso della municipale, così come l'installazione a breve di nuove telecamere, sono indicazioni confortanti per tutti. C'è molto da fare, ma alzare l'asticella della sicurezza è prioritario rispetto ad ogni altro intervento".

C'è poi la questione della rimessa in sesto dei marciapiedi: "Un passaggio preliminare è la sistemazione delle fognature, prima del rifacimento dello stesso marciapiedi - spiega Donatella Fontanelli - Acque è stata allertata dall'assessore Latrofa per programmare il prima possibile l'intervento. Restituire, in tempi comunque ragionevoli, ai negozi e all'intero quartiere finalmente un nuovo marciapiedi, sarebbe un ottimo segnale per tutti".

Apprezzata molto dai commercianti anche l'idea di ricavare una serie di nuovi parcheggi, proprio sul lato adiacente i negozi. L'idea è stata lanciata dallo stesso sindaco, toccherà adesso agli assessori competenti procedere materialmente alla loro progettazione e realizzazione. Sulla questione dell'eco-mostro, l'edificio abbandonato e oltremodo fatiscente all'altezza del numero 161 della via Emilia, sarà necessario un provvedimento di demolizione o comunque di messa in sicurezza, al quale gli uffici stanno lavorando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento