Cronaca Porta Nuova / Via Montelungo

Colorificio, non si sblocca la situazione: l'incontro in Comune non porta i frutti sperati

Grande rammarico è espresso dal Municipio dei Beni Comuni che due giorni fa è stato ricevuto a Palazzo Gambacorti dagli assessori Danti e Zambito. Nessuna decisione sul futuro fino alla realizzazione del piano strutturale

Si è concluso con un nulla di fatto l'incontro di martedì tra una delegazione di attivisti del Municipio dei Beni Comuni e l'amministrazione comunale. Il tema, naturalmente, quello dell'ex Colorificio di via Montelungo, che il cartello di associazioni vorrebbe strappare all'incuria e ai propositi della proprietà, la J Colors, (costruire appartamenti), per creare un luogo di aggregazione e socialità. "Al tavolo era stata annunciata la presenza degli assessori Zambito e Danti, e tuttavia solo questi ultimi hanno poi di fatto presenziato, mentre il sindaco Filippeschi si è detto impegnato in altre iniziative - fanno sapere dal Municipio dei Beni Comuni - delusione, frustrazione, e la sensazione diffusa di essere stati invitati a cena mentre il padrone di casa è fuori. Con tutta evidenza non sono stati sufficienti per Marco Filippeschi un anno di iniziative, la riqualificazione di un luogo destinato al perpetuo abbandono, né lo sono stati ben due sgomberi e le migliaia di persone più volte portate in piazza dal Municipio, le stesse che hanno chiesto in ogni modo e forma che l'attuale amministrazione prendesse parte attiva nella vicenda dell'ex Colorificio. No, non è stato sufficiente. La premessa dell'incontro, pronunciata dallo stesso assessore Zambito, è stata lapidaria: 'Il sindaco su questo passaggio non vuole delegare, ragion per cui oggi ci consulteremo tra noi, ma sarà necessario organizzare un altro momento di confronto'".

L'amministrazione comunale, dicono dal Municipio, ha fatto sapere che per il momento non verrà presa alcuna decisione sul futuro dello stabile, non prima almeno di avere un piano strutturale d'area. Quindi tutto resta fermo. "In poche parole - sottolineano ancora dal Municipio - l'amministrazione comunale di Pisa ha affermato nella giornata di martedì 17 novembre che, in attesa del piano, l'area di via Montelungo rimane così com'è. Ovvero vuota, degradata, inutilizzata, sprecata. Una risorsa sottratta indebitamente alla città. Quando il sindaco Filippeschi incontrerà nuovamente il Municipio dei Beni Comuni? Non è dato saperlo. Il Natale e le festività certo non aiutano alcuna accelerazione - concludono - anzi esasperano ulteriormente l'elogio della lentezza che tanto piace, a volte, ai nostri amministratori. La storia continua, invece, e va veloce".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colorificio, non si sblocca la situazione: l'incontro in Comune non porta i frutti sperati

PisaToday è in caricamento