Sicurezza a Pisa, Confcommercio chiede maggior impegno al Comune

Al centro dell'incontro i recenti episodi a danno di esercizi commerciali. Preoccupazione anche per vandalismi e spiaggiate sul litorale

“Abbiamo chiesto rassicurazioni e interventi concreti in tema di sicurezza, perché negozi, locali e attività commerciali pisane vivono una situazione di estrema vulnerabilità”. E' positivo il giudizio di ConfcommercioPisa, con la delegazione composta da Alessio Giovarruscio, coordinatore sindacale, Donatella Fontanelli, responsabile del centro storico e del litorale, Luca Ravagni, presidente di ConfLitorale, al termine dell'incontro avvenuto alla presenza del sindaco di Pisa Michele Conti, dell'assessore alla Sicurezza Giovanna Bonanno, del consigliere delegato alla legalità onorevole Edoardo Ziello e del vicecomandante della Polizia municipale Mariano Tramontana.

“L'impegno che ci è stato garantito riguarda un'azione capillare e un controllo dinamico che coinvolgerà grazie a quattro pattuglie con compiti e spazi di intervento ben definiti, le due gallerie Gramsci, viale Bonaini, via Queirolo, piazza Vittorio Emanuele, corte San Domenico, via Turati e via Pascoli - sottolinea il coordinatore Alessio Giovarruscio - in via definizione anche azioni innovative di contrasto alla contraffazione e all'abusivismo commerciale, in particolare nella zona della stazione, mentre sul quadrante di Tramontana particolare attenzione sarà dedicata al contrasto della vendita abusiva di alcolici e ad un maggior controllo delle zone più interne”.

“Per quanto riguarda il litorale, abbiamo chiesto il ripristino delle pattuglie del progetto di 'Strade Sicure' come avveniva alcuni anni fa” - il commento del presidente Luca Ravagni, particolarmente preoccupato per la situazione che stanno vivendo le attività commerciali - danneggiamenti, furti e vandalismi, ovunque, ma in particolare a Tirrenia stanno diventando troppo frequenti e occorrono risposte concrete. La presenza sul territorio di pattuglie mobili è decisiva per dare un segnale in questa direzione. Apprezziamo molto l'idea dell'amministrazione comunale di creare una centrale operativa collegata con un nuovo sistema di telecamere che vigilerà gli accessi al litorale, monitorati in tempo reale da una unità di servizio impiegata durante le ore notturne”.

“Abbiamo fatto presente anche il problema delle spiaggiate e dei vandalismi causati dai giovanissimi che la sera e per tutta la notte si riversano sul litorale lasciando tracce tutt'altro che innocue al loro passaggio - aggiunge Donatella Fontanelli - qualcosa sarà fatto in collaborazione con Capitaneria di Porto e Guardie del Parco, ma la cosa che consideriamo fondamentale è il controllo e l'identificazione di questi giovani e il coinvolgimento dei genitori rispetto alle azioni dannose commesse dai figli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento