Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Pisa-Cina, un passo di avvicinamento: Filippeschi incontra il console generale cinese

Sul tavolo possibilità di collaborazione e sviluppo in ambito economico, turistico e culturale, a partire dal progetto del volo diretto Pisa-Cina. Il console ha accettato l’invito del sindaco di venire a Pisa il 21 febbraio per il Capodanno Cinese

Un primo cordiale incontro, utile per porre le basi di una futura collaborazione. Il sindaco Marco Filippeschi ha conosciuto il nuovo console generale cinese a Firenze Wang Fuguo. Tanti i temi toccati: dal collegamento aereo diretto Pisa-Cina ad un triangolo cooperativo Pisa-Firenze-Cina. "Noi siamo molto legati alla comunità cinese - esordisce Marco Filippeschi - i nostri rapporti possono avere una straordinaria potenzialità. Per questo motivo sto lavorando al collegamento diretto aereo che può portare grossi benefici, dal punto di visto economico e turistico. Inoltre sarebbe interessante poterci riunire con il sindaco di Firenze Nardella e il governatore della Regione Rossi per discutere di una possibile collaborazione. Possiamo avere tanti progetti dentro un'unica strategia". Il rapporto tra Cina e Italia si sta rafforzando in questi ultimi anni: "La Cina mi ha colpito molto - afferma il sindaco - durante i miei viaggi ho scoperto un paese giovane e con una incredibile tradizione culturale".

"Conosco bene Pisa, le sue bellezze mi hanno lasciato un’impressione profonda. Ho studiato molto il grande scienzato Galileo Galilei - ha esordito il console Wang Fuguo che poi si è concentrato sulle possibili collaborazioni in ambito economico, turistico e culturale - spero di poter dare il giusto contributo per promuovere la cooperazione in tutti questi settori. Riguardo al volo diretto: continuiamo a discuterne valutando i possibili interessamenti delle compagnie aeree. Ci sono tante questioni aperte che prossimamente approfondiremo. Voglio inoltre ringraziare il Comune e la Provincia per l’assistenza garantita alla comunità cinese". Wang Fuguo ha accettato l'invito del sindaco a partecipare al Capodanno Cinese a Pisa, programmato per il 21 febbraio, e si presenterà non solo come console, ma anche come rappresentante dell’ambasciatore cinese in Italia. Infine lo scambio di doni: il sindaco ha ricevuto un libro artistico sui panda e il console un libro in cinese sul restauro della Torre pendente.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa-Cina, un passo di avvicinamento: Filippeschi incontra il console generale cinese

PisaToday è in caricamento