Cronaca

Memoria: il ricordo straziante offerto agli studenti dalle sorelle Bucci

Oltre 500 studenti delle medie inferiori e superiori hanno affollato la Stazione Leopolda per ascoltare la storia delle sorelle Bucci, sopravvissute ai campi di sterminio. Il Comune aveva attribuito loro la cittadinanza onoraria

Andra e Tatiana Bucci con il sindaco Filippeschi

“La memoria è come il gioco del telefono senza fili ma è a voi giovani che la affidiamo con la speranza che niente vada perduto”.
In questa frase è sintetizzato il pensiero di Andra e Tatiana Bucci, le sorelle reduci dai campi di sterminio che hanno dedicato la loro vita al racconto e alla perpetrazione della memoria e alle quali la città di Pisa ha attribuito la cittadinanza onoraria.

Di fronte a oltre 500 studenti delle scuole medie inferiori e superiori, che hanno riempito il salone della Stazione Leopolda, le sorelle Bucci hanno raccontato la loro storia fatta di ricordi di bambine trascinate nell’orrore.

“Due donne che hanno deciso di fare della loro tragedia un ricordo perenne - ha sottolineato l’assessore Marilù Chiofalo - e di trasformare ciò che due bambine avrebbero voluto dimenticare in un monito per le generazioni future. Di questo noi siamo grati, della loro dedizione, del modo in cui hanno affrontato e affrontano la loro tragedia e di come la raccontano”.

Particolarmente toccante il video realizzato dagli studenti del Liceo Classico 'G. Galilei' che attraverso immagini d’epoca ed una puntuale ricerca storica hanno raccontato la vita di Andra e Tatiana inquadrandola nel contesto di una tragedia storica.

Insieme a loro erano presenti anche gli studenti del Liceo 'Russoli', delle scuole medie di Buti e Navacchio. Folta la rappresentanza delle medie 'Toniolo' e 'Fibonacci' di Pisa con oltre 200 ragazzi.

Una mattinata intensa che è frutto anche di un percorso che le scuole pisane portano avanti all’interno delle attività quotidiane. Un percorso che compone uno dei tasselli fondamentali per non dimenticare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Memoria: il ricordo straziante offerto agli studenti dalle sorelle Bucci

PisaToday è in caricamento