Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Teseco, ultimi giorni di cassa integrazione: "Mantenere la continuità aziendale"

Nel corso dell'incontro tra istituzioni, sindacato e lavoratori è stata sottolineata una certa preoccupazione per la situazione di stallo che si è creata

C'è preoccupazione per la sorte dei lavoratori dell'azienda Teseco. Lunedì mattina, 24 ottobre, si è svolto un incontro tra le istituzioni, presenti il sindaco Marco FIlippeschi e l'assessore del Comune di Pisa Giuseppe Forte, con il sindacato e una rappresentanza dei lavoratori dell'azienda.

Nel corso della riunione è stato fatto il punto su una vertenza che sembra al momento non trovare una soluzione positiva. Il 27 ottobre scadrà infatti la cassa integrazione e il rischio è la messa in mobilità dell’intera forza lavoro.

 Tutte le gare aperte dal concordato sono al momento andate deserte anche se, come ha confermato l'impresa, in un ultimo incontro avuto tra le istituzioni locali e la Regione a Firenze lo scorso 21 ottobre, ci sono diversi gruppi industriali interessati all'acquisto della parte impianti della Teseco. 

Sindaco e assessore hanno ribadito la loro vicinanza ai lavoratori ed hanno espresso la preoccupazione per il perdurare dello stallo, auspicando una soluzione per una vertenza complicata non solo dal punto di vista lavorativo considerata la rilevanza dell'azienda e il tipo di attività.

Nell'immediato l'auspicio formulato dagli enti pubblici è che l'azienda possa prendere in considerazione anche la possibilità di attuare dei contratti di solidarietà o che quantomeno una parte dei lavoratori possa rimanere in servizio mantenendo, come fatto fino ad oggi dall'inizio della procedura, la continuità aziendale, sperando poi in una ripresa dell'azienda che porti ad un progressivo riutilizzo dell'intera forza lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teseco, ultimi giorni di cassa integrazione: "Mantenere la continuità aziendale"

PisaToday è in caricamento