rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Tramvia, incontro al Ministero per la nuova mobilità sostenibile

Il sindaco Conti, l'assessore Dringoli e l'onorevole Ziello hanno incontrato il viceministro Morelli per presentare e fare il punto sul progetto condiviso con il Comune di San Giuliano Terme

Incontro al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile fra il sindaco di Pisa Michele Conti, accompagnato dall’assessore alla Mobilità Massimo Dringoli e l’onorevole Edoardo Ziello, e il viceministro Alessandro Morelli per un confronto sul progetto del nuovo tracciato della Tramvia che aggiunge al percorso originario Stazione-Cisanello, un tratto ulteriore per raggiungere l’area del CNR, al confine con il Comune di San Giuliano Terme. Si tratta di una deviazione dal tracciato originario che parte dalla rotatoria di Pisanova in zona Media World, lungo la direttrice di via Pietro Nenni fino a raggiungere il CNR, per intercettare sia i flussi di traffico in entrata a Pisa da San Giuliano Terme che gli spostamenti verso l’area di interesse costituita da CNR, Dipartimento di Chimica dell’Università di Pisa, residenza studentesca 'I Praticelli', Fondazione 'Dopo di Noi' e Fondazione pisana per la Scienza.

Il progetto complessivo della linea tramviaria si colloca nel tessuto urbano della città di Pisa, ma arriva, con il nuovo tracciato aggiuntivo, a interessare un’area più ampia che coinvolge anche il Comune di San Giuliano Terme con l’obiettivo di offrire ai cittadini di entrambi i comuni un’alternativa alla motorizzazione privata, ridurre i forti flussi di traffico che si registrano nell’area di congiunzione tra Pisa e San Giuliano Terme e quindi l’inquinamento atmosferico che ne deriva.

La nuova infrastruttura permetterà di collegare in maniera efficace e sostenibile la stazione centrale con l’ospedale di Cisanello e con l’area del CNR, interessando lungo il percorso altri importanti punti di interesse e fonte di traffico privato, come il blocco scolastico delle scuole superiori in via Croce, il Palazzo dei Congressi, il polo universitario delle facoltà di Economia e Agraria, la scuola superiore Buonarrotti e il complesso Marchesi, la zona commerciale del quartiere di Cisanello, il nuovo complesso della Stella Maris che verrà costruito, l’area delle residenze studentesche già presenti a Ghezzano e in fase di costruzione di fronte al CNR.

È inoltre allo studio delle amministrazioni comunali l’ipotesi di inserire nel progetto complessivo della tramvia un terzo tratto, che mette in collegamento la stazione centrale di Pisa con il parcheggio scambiatore di via Pietrasantina, di nuovo al confine con il Comune di San Giuliano Terme, lungo la direttrice di via Bonanno. In questo caso si tratterebbe di un percorso finalizzato ad intercettare principalmente i flussi turistici in ingresso a Pisa, che farebbe crescere in maniera esponenziale il numero di presenze medie giornaliere sulla linea di trasporto.

Pisa e San Giuliano Terme per la tramvia: presentati i percorsi della nuova mobilità

"Dopo la presentazione del nuovo progetto tramvia - ha dichiarato Conti - che coinvolge anche il Comune di San Giuliano Terme, insieme al sindaco Sergio Di Maio, lo abbiamo illustrato al viceministro per poi presentarlo, con le dovute integrazioni rispetto alla prima versione che prevedeva una sola linea, non appena sarà rifinanziato il Fondo Nazionale Infrastrutture, entro la fine dell’anno. L’incontro operativo è stato proficuo, abbiamo analizzato con i dirigenti del Ministero e i tecnici il rapporto costi benefici e il progetto di fattibilità tecnico economica. Noi ci impegneremo fino in fondo per la realizzazione di un sistema tranviario che renderebbe Pisa una città moderna, europea e all’altezza delle sfide che la attendono".

"Abbiamo ribadito che la tramvia a Pisa non è un’infrastruttura urbana - ha dichiarato l'assessore Massimo Dringoli - è il progetto che completa il disegno di intermodalità al servizio di pendolari, studenti, ricercatori, utenti del più grande ospedale del centro Italia. E’ un mezzo green ed efficiente che permetterà a tutti noi di spostarci con facilità e senza inquinare, grazie anche al sistema integrato di bus elettrici che funzioneranno da navetta per coprire la circolare dei Lungarni e il collegamento con il parcheggio scambiatore di via Pietrasantina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tramvia, incontro al Ministero per la nuova mobilità sostenibile

PisaToday è in caricamento