Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Uscite in autonomia dei ragazzi da scuola: incontro tra Istituti comprensivi e Comuni

La questione è stata affrontata per cercare una soluzione che rispetti anche le esigenze delle famiglie

Sono state affrontate in un incontro, che si è svolto in via Saragat tra la Conferenza educativa zonale dei sei Comuni di Area pisana e le Direzioni Scolastiche dei 14 Istituti Comprensivi della Zona, le problematiche e le criticità, emerse in questo periodo con particolare intensità, legate all'autonomia nell'uscita da scuola dei ragazzi e delle ragazze che frequentano le scuole secondarie di primo grado, alla connessa responsabilità di dirigenti e insegnanti e alla situazione delle famiglie dei ragazzi e delle ragazze.
Per gli Istituti Comprensivi erano presenti: Lucio Bontempelli per l'I.C Tongiorgi, Cristina Duranti per l'I.C. Galilei, Maria Paola Ciccone per l'I.C. N.Pisano/Gereschi, Beatrice Lambertucci per l'I.C. De Andrè di Cascina, Pierangelo Crosio per l'I.C. Ilaria Alpi di Calci e Vicopisano, Adriana Piccigallo per l'I.C. Fibonacci, Floridiana D'Angelo per l'I.C. Fucini, Alessandro Salerni per l'I.C. Settesoldi di Vecchiano, Paola Lucarelli per gli I.C. Gamerra e Borsellino di Cascina, Rosa P. Chiriacò per l'I.C. Niccolini di San Giuliano. La Conferenza zonale era rappresentata dall'assessore Marilù Chiofalo del Comune di Pisa, dal vicesindaco di Vicopisano Matteo Ferrucci e dall'assessore Maria Elena Bianchi Bandinelli Paparoni del Comune di San Giuliano Terme. È intervenuto anche l'architetto Massimiliano Boschi, responsabile della sicurezza di alcuni istituti scolastici.
Tra le questioni organizzative, oltre alle difficoltà delle famiglie dove entrambi i genitori lavorano, a prendere i figli in uscita, è emersa la notevole dilatazione dei tempi di uscita che si verrebbe a creare se ogni studente dovesse essere affidato ad una persona adulta o al servizio scuolabus.
Dalla riunione è emersa una piena condivisione tra la parte politica e il mondo della scuola sull'approccio culturale centrato su educazione all'autonomia e alla responsabilità in sicurezza, e le azioni da intraprendere nell'immediato. Sono state apprezzate la velocità e la comprensione della problematica con cui la politica si è mossa, recependo le istanze della scuola e delle famiglie. Dall'incontro si è alzata, con voce unica, la richiesta al nostro parlamento, di portare a compimento quanto prima l'iter per giungere all'approvazione di una legge che garantisca, al contempo, la sicurezza e l'autonomia dei ragazzi, pilastro della loro crescita, dando ai genitori la libertà di scegliere se far tornare i loro figli a casa da soli o meno e sostenere dirigenti e insegnanti nella gestione delle responsabilità connesse.
Appreso telefonicamente dalla Senatrice Puglisi, nel corso dell'incontro, della prospettiva di una più rapida approvazione di un decreto con i tempi della legge di stabilità, sono state individuate e discusse soluzioni che possano alleviare le difficoltà logistiche fino all'auspicata approvazione della norma. Tra queste, il sistema delle deleghe per le uscite, servizi aggiuntivi gestiti dagli Istituti Comprensivi ecc. Contestualmente, le Amministrazioni Comunali si impegnano a fare tutto quanto è nelle loro possibilità per supportare gli Istituti Comprensivi, sostenendoli nella logistica e attuando soluzioni pratiche per agevolare, in ogni modo, le uscite da scuola dei ragazzi. È stata dunque unanimemente adottata la decisione di utilizzare un tempo congruo per completare lo studio di queste soluzioni, da qui fino alla prima settimana di dicembre. Dopo questa data, le soluzioni messe a punto verranno adottate, in attesa della auspicata soluzione legislativa.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uscite in autonomia dei ragazzi da scuola: incontro tra Istituti comprensivi e Comuni

PisaToday è in caricamento