Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Alienazioni patrimonio comunale, il vicesindaco: "Rivedere il piano per valorizzare i beni"

E' l'intenzione dell'amministrazione comunale emersa nel corso di un incontro tra il vicesindaco e Confesercenti

Incontro tra il vicesindaco del Comune di Pisa Raffaella Bonsangue e la Confesercenti Toscana Nord, presente con il presidente area pisana Luigi Micheletti, il vice Massimo Rutinelli, la consigliera delegata per le agenzie di viaggi e l’imprenditoria femminile Lisa Bonsignori e il responsabile Simone Romoli.

Al centro del colloquio la revisione del piano delle alienazioni del patrimonio comunale, il consiglio pari opportunità, le politiche giovanili a sostegno dell’imprenditoria. Proprio la questione delle alienazioni è stato il primo argomento affrontato. “Abbiamo intenzione di rivedere il piano - ha detto il vicesindaco - con l’obiettivo primario di valorizzare a reddito i beni comunali. Un piano che dovrà affrontare con particolare attenzione anche parte del patrimonio come la Mattonaia e l’ex palazzo Telecom”.
“Quanto ci ha illustrato il vicesindaco ci trova particolarmente interessati - ha commentato il presidente Luigi Micheletti - la Mattonaia e l’ex palazzo Telecom si trovano all’interno del centro storico ed è fondamentale una loro riconversione innanzitutto per salvarli dal degrado. Proprio per la loro posizione, riteniamo necessario che la loro destinazione finale sia compatibile con un contesto di centro storico urbano”.

Poi la questione delle pari opportunità, con l’intenzione dell’amministrazione Conti di riproporre il consiglio “magari - ha sottolineato Raffaella Bonsangue - rivedendo alcune delle sue funzioni per renderlo più incisivo rispetto al passato”. Anche su questo argomento approvazione da parte di Confesercenti. “Crediamo che il consiglio - sono le parole di Lisa Bonsignori - debba avere un ruolo operativo, in grado cioè di proporre progetti e dare pareri”.

Infine le politiche giovanili e femminili. Conclude Bonsignori: “Il vicesindaco ha speso parole importante sulle azioni che la Giunta intende promuovere sia per i giovani e per le donne. Noi abbiamo proposto una particolare attenzione verso l’imprenditoria giovanile e femminile, magari con incentivi fiscali (per la parte di competenza comunale) per chi ha da poco avviato un’impresa o ne vuole avviare una nuova”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alienazioni patrimonio comunale, il vicesindaco: "Rivedere il piano per valorizzare i beni"

PisaToday è in caricamento