Rapina e accoltellamento in centro, si chiude l'indagine: due arresti

L'episodio risale al 21 giugno. La Polizia ha ricostruito i fatti, inizialmente depistati da uno degli aggressori, che rimase ferito e mentì sulle ragioni delle lesioni subìte

All’alba di questa mattina, 15 luglio, la Polizia di Stato di Pisa ha dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di due cittadini italiani pregiudicati, di 22 e 31 anni, il primo pisano il secondo di origini milanesi, per il reato di rapina aggravata e lesioni in concorso, aggravato dalla recidiva. I fatti risalgono al 21 giugno, con un 24enne pisano che fu aggredito e rapinato in via Ulisse Dini. Il quadro inzialmente era però apparso diverso, a far luce sul caso sono state le indagini condotte dalla Squadra Mobile guidata dal vicequestore aggiunto Fabrizio Valerio Nocita, dal Commissario Sandra Orsini e coordinate dal dottor sostituto procuratore Egidio Celano. Così si è delineata questa operazione denominata 'Last Round'. 

Ad essere considerato vittima di una rapina in prima battuta era stato il 22enne oggi arrestato. Secondo quanto emerso, prima che questo giovane venisse raggiunto da una coltellata, era stato lui, insieme al complice 31enne, a rapinare e malmenare con calci e pugni il 24enne. Da questa aggressione, con furto del portafogli, è poi scattato l'intervento degli amici in difesa della vittima.

Gli inquirenti, al termine delle indagini, sono giunti a ritenere di avere "gravi elementi probatori" a carico dei due arrestati. Prime fra tutte le testimonianze della vittima 24enne e di alcuni presenti, che hanno visto i due italiani, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio e altri crimini violenti, compiere l'aggressione. Il 31enne peraltro è un atleta semi professionista di pugilato della categoria pesi Welter. La sua 'abilità' ha causato al giovane rapinato una frattura facciale e cervicale, complicata da una frattura di articolazioni e delle vertebre C6 e C7 e versamento ematico, per una prognosi iniziale di 30 giorni.

Le immagini della videosorveglianza hanno permesso di confermare il quadro, fugando i dubbi emersi dal tentativo di depistaggioo delle indagini del 21enne aggressore, a sua volta ferito, che aveva parlato di una vecchia contesa per una ragazza come causa dell'alterco. Quando poi, in realtà, alla base c'era invece la rapina e la seguente difesa della vittima da parte degli amici. 

Tutto si è consumato poco dopo le 3 di mattina. Le telecamere hanno ripreso in via Dini i due rapinatori prima del colpo e la sopraggiungente vittima. Poi si vede la fidanzata soccorrere il giovane rapinato. Infine si vede la vittima che, dopo le botte subìte, va con la ragazza a chiedere la restituzione del portafogli ai due aggressori. Scatta quindi la confusione ed il 21enne viene raggiunto dal fendente di una lama. 

La chiamata alla Polizia è arrivata poco prima delle 4. Tutti gli elementi raccolti, incluso il ritrovamento del portafoglio semivuoto ritrovato oltre il cancello del Liceo Carducci, hanno consentito di ricostruire l'episodio alla base della misura cautelare. All’alba di questa mattina quindi gli uomini della Squadra Mobile di Pisa si sono recati nella provincia di Pisa e a Rapallo per dare esecuzione alle ordinanze di custodia. Il più giovane è stato trovato presso la propria abitazione di Cascina, mentre il 31enne è stato rintracciato in una roulotte a Rapallo, mentre era in villeggiatura con amici. Dopo gli adempimenti di rito i soggetti sono stati associati presso le case circondariali Don Bosco e Marassi (GE).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Caccia al cinghiale estesa oltre i confini ordinari

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Mareggiata a Marina di Pisa: allagamenti e pietre sul lungomare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento