Cronaca

Salute, influenza: aumenta la morbosità, appello della Regione a vaccinarsi

Sensibilmente aumentato in Toscana il numero di persone colpite dall'influenza stagionale e seguenti maggiori accessi ai pronto soccorso. Per evitare affollamenti l'assessore regionale al diritto alla salute Marroni invita le fasce a rischio a vaccinarsi

In Toscana la morbosità dell'influenza stagionale è molto aumentata. I grafici della Regione parlano di un 7,5 per mille di popolazione colpita nelle prime 3 settimane di gennaio, quando ci si attestava fino a questo momento sul 3 per mille. La scorsa stagione di questi tempi si rispettava l'oscillazione del 2-3 per mille. Per questo l'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni, al fine di ridurre al minimo l'affollamento dei pronto soccorso toscani, lancia un appello a tutti i cittadini di vaccinarsi.

"La Regione Toscana sta mettendo in atto tutte le iniziative necessarie  – ha affermato l'assessore regionale – per contrastare nel modo più sicuro l'epidemia influenzale. Le aziende sanitarie e i medici di famiglia sono stati allertati perché ai cittadini venga data tutta l'assistenza necessaria. Invito i cittadini che ne hanno bisogno (anziani, categorie a rischio) a farlo. Le vicende di qualche settimana fa, di segnalazioni di casi sospetti legati al vaccino Fluad, hanno purtroppo scoraggiato molti e fatto calare le vaccinazioni. Ma il vaccino resta il primo, vero presidio per arginare l'influenza. Il picco epidemico è atteso per le prossime settimane, e chi vuole farlo, è ancora in tempo". A Pisa l'Asl 5 ha già assicurato di non usare lotti di Flaud ed ha consigliato di effettuare la vaccinazione.

Nel mese di dicembre 2014 gli accessi ai pronto soccorso degli ospedali toscani sono stati 121.813, quando negli anni precedenti erano stati prima 115.582 nel 2013 e 111.725 nel 2012, con un aumento percentuale del 9,03% in due anni. Nel mese di gennaio 2015 ad oggi gli accessi sono stati 93.329, ma manca ancora una settimana. E' stato chiesto a tutte le aziende sanitarie di rafforzare la presenza di personale sanitario nei pronto soccorso e nelle aree mediche, per garantire la massima capacità di accoglienza. Programmati per i prossimi giorni incontri con i medici di medicina generale, per un accordo che garantisca la presenza rassicurante dei medici di famiglia sul territorio.

"Tutto il sistema sanitario toscano – conclude Marroni – è impegnato sul fronte influenza. Le direzioni sanitarie, il personale dei pronto soccorso e delle aree mediche, con la loro presenza anche nel fine settimana, ci hanno consentito di reggere l'urto di un incremento di accessi. Sarà lo stesso anche per il prossimo fine settimana. E per questo li ringrazio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute, influenza: aumenta la morbosità, appello della Regione a vaccinarsi

PisaToday è in caricamento