Cronaca

Censimento Istat: al via la fase due, possibilità di fare prima grazie al web

Riportiamo alcune informazioni sulle varie fasi della compilazione dei questionari per il censimento. Da quest'anno si può fare anche in internet. Chi ha cambiato residenza dopo il 1 gennaio 2011 deve attendere il nuovo modulo

PISA: è scaduto il 20 novembre il termine entro cui i moduli compilati del Censimento dovevano essere riconsegnati ai centri di raccolta comunali e alle Poste. Sono stati riconsegnati fino ad ora circa 23.886 moduli, di cui 9.587 compilati via web.
A partire da oggi inizia la seconda fase che porterà al completamento delle operazioni. I rilevatori comunali, a cui è stata assegnata una sezione di censimento di circa 500 unità ciascuno, cominceranno a sollecitare le famiglie che non hanno ancora restituito il questionario compilato e, dove necessario, lo recupereranno direttamente presso le abitazioni fornendo assistenza.

PONTEDERA: prosegue anche in questo comune la consegna dei questionari relativi al censimento della popolazione e delle abitazioni presso il Centro di raccolta comunale, collocato nell’atrio di Palazzo Stefanelli nei locali dell’ex Comando di Polizia Municipale. E' cambiato  l’orario di ricevimento al pubblico: lunedì e mercoledì dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18; il venerdì e il sabato con orario dalle ore 9 alle ore 13.
Al momento siamo sul 35% dei questionari restituiti sia presso il Centro sia compilati attraverso il sito dell’Istat, sui circa 12mila previsti. Anche dopo il 20 novembre sarà comunque possibile provvedere alla restituzione spontanea presso il Centro di Raccolta Comunale, che provvederà ad una immediata revisione. Cosa che non avviene con la consegna alle Poste. In questo caso qualora il questionario non fosse compilato correttamente, il cittadino sarà invitato a presentarsi presso gli uffici comunali per le correzione previste. E per quanto è stato possibile verificare fino ad ora, saranno molti i cittadini richiamati presso il Centro comunale di raccolta per definire alcuni dettagli, non esclusa l’apposizione della firma obbligatoria.




La novità di questo censimento è la compilazione via internet: in basso a destra del questionario è riportata una password. Digitando questa password, assieme al codice fiscale del nominativo riportato in alto a destra del questionario è possibile accedere al sito www.censimentopopolazione.istat.it e rispondere alle domande.
La restituzione via web è semplice e immediata: in questo modo si evitano inutili code, con la certezza di non aver commesso errori. Infatti, qualora il cittadino avesse risposto in modo errato ad una domanda, è lo stesso programma a bloccarsi e a segnalare l’errore.

Una questione importante riguarda tutti coloro che hanno cambiato residenza dopo il primo gennaio 2011. Queste persone  non potranno utilizzare il questionario, inviato dall’Istat al precedente indirizzo, ma potranno presentarsi in Comune per ritirare un nuovo questionario oppure attendere il rilevatore, che lo consegnerà direttamente a domicilio.
La fine delle operazioni del censimento terminerà comunque il 31 gennaio 2011, per cui i centri di raccolta comunali rimarranno aperti e potranno ricevere i moduli compilati dei ritardatari. Ricordiamo che compilare i questionari è obbligatorio e sono previste sanzioni per coloro che si rifiutano di farlo. Per la tranquillità e la sicurezza dei cittadini informiamo inoltre che i rilevatori devono essere muniti di tesserino ISTAT di riconoscimento e  di un documento d’identità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Censimento Istat: al via la fase due, possibilità di fare prima grazie al web

PisaToday è in caricamento