Cronaca

Lotta alle truffe: per gli anziani scendono in campo istituzioni e forze dell'ordine

L'iniziativa estiva è coordinata da Prefettura e Comune e sarà sostenuta dal Ministero degli Interni

D'estate le persone anziane accusano maggiormente la condizione di solitudine e, di conseguenza, finiscono più facilmente tra le maglie dei malintenzionati che mettono in atto raggiri e truffe per adescarli e sottrarre loro somme di denaro. Frangenti nei quali la fragilità di queste persone viene aggravata, arrivando a generare anche problemi di salute. Per affrontare questo problema e disinnescare i potenziali pericoli le istituzioni hanno deciso di fare fronte comune.

Nella mattinata di martedì 18 luglio il prefetto Maria Luisa D'Alessandro, il sindaco Michele Conti e l'assessore Gabriella Porcato (con delega a partecipazione e rapporti con i cittadini) hanno siglato il protocollo d'intesa che impegna le istituzioni cittadine e le forze dell'ordine in un progetto finalizzato a formare e informare i cittadini, principalmente la popolazione anziana, su tutte le possibili truffe che potrebbero incontrare.

"Un progetto che va in continuità con le iniziative realizzate negli scorsi anni - spiega il sindaco Conti - che ha il grande vantaggio di essere sovvenzionato da un contributo ministeriale di circa 17mila euro. L'impegno dell'amministrazione nella tutela e difesa delle fasce più fragili della cittadinanza è massimo. Attiveremo un dispositivo interforze che fornirà ai cittadini le nozioni e gli strumenti necessari per difendersi dai tentativi di truffa ed entro il 30 novembre prossimo presenteremo la relazione finale sull'iniziativa, come previsto nelle specifiche del progetto".

"La popolazione comunale - precisa Conti - è composta per il 35% da ultra 65enni: ecco perché un progetto di questo tipo è molto importante". Prosegue il prefetto D'Alessandro: "La formazione e l'informazione per le persone più fragili sono cruciali nell'azione di tutela, difesa e sostegno che le istituzioni svolgono quotidianamente. Il progetto inoltre contribuirà al rafforzamento di un forte spirito di comunità e cittadinanza, nel quale i più 'forti' si prendono cura dei più deboli".

"Appena insediata ho preso in carico questo progetto con grande entusiasmo - conclude l'assessore Porcaro - le persone più anziane e in generale tutti gli individui più fragili devono essere sostenuti e tutelati con attenzione nei riguardi dell'illegalità. Nel progetto verrà posta grande attenzione anche al capitolo della denuncia: restare vittime di una truffa non è un disonore, non può essere una vergogna. Ci si deve rivolgere alle forze dell'ordine per denunciare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alle truffe: per gli anziani scendono in campo istituzioni e forze dell'ordine
PisaToday è in caricamento