Cronaca Centro Storico / Via Giordano Bruno, 42

Distretto 42: al via le iniziative per difendere lo spazio

Mercoledì sera l'assemblea ha raccolto solidarietà da associazioni e cittadini. Si prepara la petizione, mentre da sabato arrivano i materiali dal colorificio. Convocato per giovedì pomeriggio un presidio al Comune

Circa 70 gli intervenuti all'assemblea serale di mercoledì, con una discreta presenza di residenti. Ricevuto gli attestati di stima dalle associazioni vicine al progetto e dai cittadini intervenuti, il Municipio dei beni Comuni ha annunciato le prossime iniziative utili a sensibilizzare il quartiere e l'opinione pubblica al recupero pubblico della ex caserma.

Si inizia con il presidio presso il Comune, convocato per giovedì alle 17 in occasione del Consiglio Comunale. I ragazzi chiederanno, anche alla luce della recente denuncia, di tutelare l'apertura pubblica dello spazio e di non degradare l'esperienza ad un mero problema di ordine pubblico. La paura espressa dal Municipio è che ci siano progetti di speculazione immobiliare dietro i tentennamenti dell'Amministrazione.

Simili preoccupazioni sono state evidenziate dal consigliere comunale Auletta, di Una città in Comune: “Si creerà la questione di ordine pubblico e si spingerà per lo sgombero, per poi vendere ai privati. Questo è un bene pubblico che offre una grande occasione, si può far rivivere un quartiere che si svuota, con i negozi che chiudono. I cittadini devono farsi sentire, offrire progettualità e mantenere aperto lo spazio”.

Invito raccolto dalla residente Enza Pellecchia, Professoressa Associata di Diritto Privato dell'Università di Pisa, che nel suo intervento ha offerto un punto di vista ricco di spunti: “Ho sempre avuto perplessità sulle occupazioni, come sul colorificio, ma qua non ho dubbi: è un bene pubblico, abbandonato e sfruttato da privati. I migliori sorveglianti del territorio sono i cittadini, ci dobbiamo riprendere le piazze”. E via con il toto idee: “Sogno un centro servizi per il quartiere, una banca del tempo dove i cittadini si scambiano competenze e capacità. Aule verdi per la didattica, ripari estivi per gli anziani. Non credo negli appelli o nelle raccolte firme, ma questa volta lo farò, e mi propongo di scriverla io stessa la petizione”.

E' attivo presso la ex caserma, tutti i giovedì sera dalle 19 alle 21, un punto informativo dove gli interessati potranno saperne di più sul progetto Distretto 42 e portare le proprie proposte o lamentele. C'è anche un questionario da poter compilare, utile per fornire indicazioni sulle attività e gli interventi che si desiderano nel quartiere.

Da sabato riporteremo i materiali dal colorificio – fa il punto Fausto Pascali del Municipio – così da riprendere pian piano le attività di biblioteca, ciclofficina ed altre. Domenica inaugureremo il parco intitolandolo a Don Gallo, saranno presenti rappresentati della storica comunità di San Benedetto di Genova, per anni da animata dal parroco. Dobbiamo portare avanti le nostre idee, ringraziamo tutti gli intervenuti”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distretto 42: al via le iniziative per difendere lo spazio

PisaToday è in caricamento