Cronaca Cisanello / Via Vittorio Frascani, 4

Alluvione Sardegna, Pisa tende la mano al popolo sardo: parte la solidarietà

Giovedì 28 novembre al Circolo Arci Pisanova cena di solidarietà per raccogliere fondi da destinare alle aree più colpite e meno conosciute della Regione sconvolta dal ciclone Cleopatra. Attivo un c/c dedicato

L'alluvione dello scorso 18 novembre ha lasciato l'isola in ginocchio. Molte organizzazioni di volontariato ed associazioni si sono mosse per raccogliere fondi ed aiutare le popolazioni locali, fra queste troviamo l'Associazione Culturale Sarda 'Grazia Deledda', presente a Pisa dal 1998, che, in collaborazione con il Comune di Pisa e con i contributi di Coop, Cia ed altre aziende del territorio, ha organizzato una cena di solidarietà il cui ricavato andrà interamente devoluto in beneficenza. "Molte cose ancora non si sanno - spiega la presidente di 'Grazia Deledda' Piera Angela Deriu - ci sono paesi ed aziende agricole che non si risolleveranno per molto tempo. Questa cena è la prima iniziativa, ringrazio tutti coloro che hanno contribuito e coloro che ancora contribuiranno".

Alla presentazione di oggi a Palazzo Gambacorti erano presenti tutti i rappresentati degli istituti coinvolti. "Una iniziativa necessaria a cui abbiamo aderito immediatamente - racconta il presidente del Circolo Arci Pisanova Luigi Branchitta - tragedie così sono sempre terribili, ma per la Sardegna lo è anche di più: una crisi economica che appare senza sbocco e le malattie del bestiame rendono la situazione veramente difficile. I raccolti seminati e prossimi sono distrutti, come tanti materiali e provviste delle famiglie. Ci sono comuni senza acqua potabile. I sardi sono un popolo orgoglioso che fatica a mostrare il suo dramma. Lo facciamo noi per loro, si deve intervenire subito".

Il legame storico fra la Sardegna e Pisa è testimoniato dai numerosi lavoratori presenti sul territorio, in particolare i pastori sardi stabiliti in zona Val di Cecina. "Una cultura contadina dove la solidarietà scatta automatica" ha dichiarato Stefano Berti, direttore della Confederazione Italiana Agricoltori Pisa. "Abbiamo inviato materiali di prima necessità come sezione, ora daremo il nostro contributo per la cena più un ulteriore aiuto da parte della Cooperativa" ha detto Giacomo Tani, presidente della Sezione Soci Coop di Pisa.locandina cena Sardegna-2

Ad invitare alla partecipazione dei cittadini per il Comune di Pisa c'era Sandra Capuzzi, assessore alle politiche sociali. "Vorrei sottolineare due cose. La prima è che si tratta di vera solidarietà, dove tutti i partecipanti all'iniziativa hanno donato qualcosa, e non essendoci spese verrà effettivamente devoluto tutto. La seconda è che la comunità di Pisa, nel momento del bisogno, risponde coesa con le sue associazioni ed imprese. E' stato organizzato tutto in una settimana, speriamo in una grande presenza di intervenuti".

L'APPUNTAMENTO:
Giovedì 28 novembre
Circolo Arci Pisanova – via Frascani, 4
Ore: 20.00 Prezzo: 20 euro
Prenotazioni: gdeledda@gdeledda.it oppure  3316769862

PER CONTRIBUIRE:
BANCA DI PISA E FORNACETTE credito cooperativo Ag. di ULIVETO TERME intestato a
ASSOCIAZIONE CULTURALE SARDA 'GRAZIA DELEDDA' - Solidarietà Sardegna
IBAN IT19Q0856271210000011166774

Chi fosse interessato a conoscere come sono stati investiti i soldi donati può fornire i suoi recapiti alla mail dell'Associazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione Sardegna, Pisa tende la mano al popolo sardo: parte la solidarietà

PisaToday è in caricamento