rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Piazza XX Settembre

Il defibrillatore rubato (e ritrovato) torna al suo posto sotto la Torre dell'Orologio

I Carabinieri lo hanno ritrovato a Porta a Mare. Gambaccini: "Più forti dell’ignoranza di chi li ruba. Non ci fermeranno"

Una breve cerimonia ha salutato la 'reinstallazione' sotto la Torre dell’Orologio in piazza XX Settembre del defibrillatore che era stato rubato alcuni mesi e ritrovato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pisa a Porta a Mare una decina di giorni fa. Presenti Maurizio Cecchini, presidente della Cecchini Cuore onlus, l’assessore alle Politiche sociali, Gianna Gambaccini, le consigliere comunali, Veronica Poli e Brunella Barbuti e il presidente del Consiglio comunale, Alessandro Gennai.

“Questo DAE - ha detto Maurizio Cecchini - fa parte degli 8 defibrillatori che erano stati donati dalla 46ª Aerobrigata alla nostra Onlus per cardioproteggere scuole e quartieri. Siamo molto contenti di poterlo di nuovo mettere al suo posto”. “Siamo molto più forti dell’ignoranza di chi li ruba. Non ci fermeranno” ha aggiunto l'assessore Gambaccini.
“Oggi - ha concluso il presidente Gennai - abbiamo fatto un altro passo per la salute dei nostri concittadini. Una bella giornata”.


I defibrillatori installati in città sono 544. Prossimamente ne verranno installati uno in piazza Giusti e uno sul litorale a Marina di Pisa. In dieci anni i defibrillatori sono stati utilizzati 20 volte riuscendo a salvare la vita a 17 persone. Il Comune di Pisa è uno dei Comuni italiani più cardioprotetti di tutto il paese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il defibrillatore rubato (e ritrovato) torna al suo posto sotto la Torre dell'Orologio

PisaToday è in caricamento