Decoro urbano: ecco le nuove fioriere in Borgo Largo

L'amministrazione comunale segue un progetto unitario per la riqualificazione del centro storico, del litorale e dei quartieri cittadini

Operai al lavoro tra ieri e oggi per installare le nuove fioriere in Borgo Largo che andranno a costituire i primi elementi del percorso verde pensato per l’intero asse del centro storico, dalla piazza della Stazione fino a via Oberdan, secondo criteri di omogeneità e riqualificazione del decoro urbano cittadino.

“Nell’ottica di riportare decoro, elementi di verde e di floreale ed arredi di qualità nel centro storico cittadino con particolare attenzione all’asse commerciale principale - ha spiegato l’assessore al Verde e decoro urbano Raffaele Latrofa - abbiamo prima passato in rassegna gli arredi urbani attualmente presenti, constatando che la maggior parte sono costituiti da fioriere di varie tipologie, materiali e colori, spesso non collegate tra loro. Abbiamo predisposto un progetto specifico per il centro cittadino, in modo da creare un percorso unitario del verde, attraverso un sistema omogeneo di fioriere composte e assemblate a moduli, costituite da acciaio 'corten' e fornite di fioriture stagionali e arbusti perenni”.

“Con questo progetto, già a partire dal periodo natalizio - prosegue Latrofa - vogliamo creare nell’asse Borgo Stretto – Borgo Largo un’idea di arredo e verde urbano che porta bellezza, omogeneità ed elementi naturali all’interno nostro centro storico. Un primo esempio di progettualità del verde che è partito dal litorale, prosegue nel centro con le fioriere e la risistemazione del verde di piazza Vittorio Emanuele II, in continuità con la piazza della Stazione, e a breve investirà le principali rotatorie cittadine. Tutti gli interventi che stiamo eseguendo, compreso il prossimo restyling di piazza delle Baleari a Marina che partirà a breve, vengono realizzati sulla base del Disciplinare per l’arredo urbano che abbiamo redatto e che prevede tre tipologie di arredi urbani omogenei e distinti, uno per il centro storico, uno per il litorale e uno per i quartieri”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per adesso sono stati posizionati i primi otto moduli nella parte di Borgo Largo, a cui successivamente si aggiungeranno altre quattro fioriere più grandi da posizionare ai due ingressi dell’asse pedonale di Borgo, con la duplice funzione di decoro e di sicurezza, in sostituzione degli attuali new jersey di cemento. L’intervento, che ha visto un investimento complessivo di circa 48mila euro, prevede in una seconda fase, a primavera 2020, anche l’inserimento di appositi bidoncini per la raccolta dei rifiuti sempre costituiti in acciaio 'corten', e la realizzazione di perimetrazioni dei dehors di tutte le attività commerciali che occupano spazi pubblici sulla strada, per uniformare completamente tutti gli arredi. Per permettere il posizionamento delle fioriere, le rastrelliere per le biciclette, come previsto, sono state spostate nelle immediate vicinanze di Borgo Largo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento