Cronaca La Vettola / Via Livornese

Incile, installate le Porte Vinciane: tutto pronto entro il 2016

Confermato il rispetto dei tempi per l'opera che porterà al collegamento tra l'Arno e il Canale Navicelli. Il sindaco: "Pisa volta un'altra pagina". L'assessore Serfogli: "Un intervento che permette la riqualificazione di un’area che era degradata"

Tutto in linea con il cronoprogramma stabilito. I lavori per la riapertura del Canale Incile, che permetterà il collegamento tra l'Arno e il Canale Navicelli, volto a ripristinare la navigabilità dal centro di Pisa al porto di Livorno, proseguono e termineranno, come da progetto, entro il 2016. E proprio questa mattina è stato fatto il punto sullo stato dell'intervento.

Hanno partecipato Marco Filippeschi, sindaco di Pisa; Andrea Serfogli, assessore ai Lavori Pubblici; Silvano Calcagno, amministratore delegato della società OLT Offshore LNG Toscana; Franco Canepa, direttore dei lavori per la società OLT; Veronica Bianchi, responsabile del progetto del Canale Incile per la società OLT; Franco Forti, presidente della società Forti SpA; Fabrizio Bacci, amministratore delegato della società Forti SpA; Giovandomenico Caridi, presidente della società Navicelli SpA, e Gaetano Petrizzo, consulente della società Navicelli SpA.

Attualmente sono pressoché conclusi l'installazione e il collaudo delle Porte Vinciane, una fase decisiva del progetto, fondamentale per lo sbocco nel fiume Arno. I lavori, iniziati a settembre 2014 e in via di conclusione entro il 2016, sono finanziati dalla società OLT Offshore LNG Toscana, nell’ambito dell’accordo sottoscritto tra la società OLT, la Provincia e il Comune di Pisa, e sono gestiti dalla società Navicelli SpA ed eseguiti dall'impresa Forti SpA.

IL PUNTO SUI LAVORI. A fine luglio sono stati portati a termine un serie di interventi: la rimozione dei fanghi di dragaggio, la bonifica del Canale, l’eliminazione della vecchia 'ghigliottina', la manutenzione ed il ripristino delle funzionalità del ponte girevole. Alla fine di settembre sono stati realizzati i muri di imbocco del Canale e della soletta di fondo unitamente ai lavori di escavazione dello sbocco, nell'ambito dei quali sono state predisposte due barriere, costituite da palancole, a presidio degli argini. Nei mesi di ottobre e novembre sono state installate appunto le tre Porte Vinciane.

I PROSSIMI PASSI. La realizzazione del nuovo ponte su via Livornese è tra le attività in programma. Conseguentemente, verranno effettuati i lavori atti a ripristinare la viabilità ad esso connessa. Durante le lavorazioni su via Livornese, la viabilità sarà dirottata su un percorso provvisorio, parallelo al ponte stesso, passante sopra l’attuale terrapieno (rinforzato) di separazione tra il canale dei Navicelli ed il canale Incile, come da progetto concordato ed approvato dal Comune. Inoltre, verranno effettuati i lavori necessari alla sistemazione delle aree limitrofe a via Livornese.incile 1-2

"L’Incile rappresenta per la OLT un progetto molto significativo - ha dichiarato Silvano Calcagno, amministratore delegato della OLT Offshore LNG Toscana - perché sintetizza lo spirito con il quale abbiamo inteso stabilire le nostre relazioni con il territorio nel quale operiamo; ovvero, contribuire alla realizzazione di opere che abbiano finalità socio-economiche per la comunità locale. Ci riempie di grande soddisfazione l’idea di aver contribuito a restituire qualcosa che era parte integrante di questa città".

Per il sindaco FIlippeschi "Pisa volta un'altra pagina. Siamo nel vivo di una delle tante cose nuove e attese che dimostriamo di saper fare. Il ricongiungimento del canale dei Navicelli all'Arno è un fatto che segna un altro riavvicinamento fra la città, il suo fiume, le sue vie d'acqua e  il mare. Qualcosa che richiama la storia e tocca l'identità di Pisa. Non si vede più la bruttura arrugginita che nessuno sapeva ormai spiegarsi. C'è l'Incile che garantirà il collegamento del canale con il fiume e con le opere che migliorano la qualità del quartiere. Questo avviene dopo il potenziamento del canale dei Navicelli per la cantieristica, con il ripristino del collegamento ferroviario alle porte, e in vista della realizzazione della foce armata dello Scolmatore. Mentre è aperto il porto turistico in foce d'Arno e c'è un progetto per il porto naturale della golena e per la navigabilità dell'Arno anche a finalità turistica. È un grande lavoro concreto che darà i suoi frutti e che ci aiuta a realizzare il futuro della nostra città".
Infine l'assessore ai Lavori Pubblici Andrea Serfogli ha voluto sottolineare come con quest'opera "si persegue un obiettivo di riqualificazione di un’area che era degradata. Grazie a un sistema di interventi che da qualche anno interessa il quartiere di Porta a Mare: recupero di ville urbane, recupero ex Sanac, realizzazione delle infrastrutture connesse, piste ciclabili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incile, installate le Porte Vinciane: tutto pronto entro il 2016

PisaToday è in caricamento