Pontedera si veste di luci ed arte per Natale

Sarà una "mostra urbana" quella che sarà installata in città per le festività, pensata per una fruizione in sicurezza

Come sono state immaginate le installazioni

Pontedera si colora aspettando il Natale e lo fa con iniziative e installazioni compatibili con il difficile momento che stiamo vivendo: un progetto diffuso di arte urbana, che tra luci e opere site-specific creerà un percorso naturale nelle vie e nelle piazze.

Dal 6 novembre saranno molti i punti della città coinvolti, per il programma promosso dalla Fondazione per la Cultura Pontedera, in collaborazione con il Comune di Pontedera e il Patrocinio della Regione Toscana, per la regia di Alberto Bartalini. Una vera e propria mostra diffusa che va da L’Orto dei Sogni di Giuseppe Carta in Piazza Martiri della Libertà, fino a #contrasparenze di David Pompili alla Chiesa del Crocifisso, da Color Sanctus di Jacopo Pischedda nell’Atrio di Palazzo Stefanelli a Testa di LEGO di Marco Lodola Piazza Curtatone e Montanara. Proprio quest’ultima luminosa e sorprendente opera, che resterà definitivamente al Comune di Pontedera, era stata pensata come naturale collegamento con I LOVE LEGO, una mostra al PALP che vede oltre 1 milione di moduli dei mattoncini più famosi al mondo comporre strabilianti mondi in miniatura, dalla città contemporanea al medioevo, dallo spazio all’antica Roma fino al mondo dei Pirati, per decine di metri di esposizione. Le recenti norme costringono la Fondazione per la Cultura Pontedera a rimandare l’apertura, ma è solo un arrivederci: verrà inaugurata appena le normative anticovid lo consentiranno.

Sempre Marco Lodola ha realizzato anche un’interpretazione del logo luminoso, che campeggerà sotto la torre dell’orologio, ad indicare l’ingresso del PALP. Attenzione rivolta anche ai bambini: oltre alle installazioni il regista dell’evento Alberto Bartalini ha pensato un nuovo arredo urbano fra una moltitutidine di luci e colori che coinvolgeranno anche le piante ornamentali.

"Sappiamo che in questo momento la priorità è la salute - dice il sindaco di Pontedera Matteo Franconi - proprio per questo abbiamo deciso di dare vita a un percorso che tenga conto della fruizione in sicurezza. Celebreremo il Natale all’insegna dell’arte anche quest’anno e in particolare lo dedichiamo ai bambini, nella speranza di poter aprire anche la grande mostra dei LEGO il prima possibile".

Il plauso di Confcommercio

"Pontedera è pronta per tuffarsi nella magica atmosfera del Natale, e plaudiamo alla scelta del Comune di puntare su luci, colori e opere d'arte per dare visibilità alle diverse zone della città e valorizzarle con un clima innovativo e suggestivo". Il presidente di Confcommercio Pontedera Mickey Condelli esprime tutta la sua soddisfazione per le installazioni natalizie che da questo fine settimana illumineranno la città in vista delle festività.

"Viviamo un momento difficile, ma riuscire a fare un Natale il più normale possibile è la speranza che tutti noi ci auguriamo, anche in tempo di Covid è importante dare un segnale di speranza e positività. Ringraziamo il Comune per aver completamente finanziato questa operazione" commenta Condelli. "Nessuno sottovaluta l'emergenza sanitaria, ma sarebbe auspicabile che prevalesse la prudenza rispetto alla paura, perché davvero ci sarebbe bisogno di avvicinarsi alla festa più importante dell'anno con un pizzico di serenità in più. I consumi di Natale sono sempre stati centrali nella spesa degli italiani, e magari questo Natale 2020 potrebbe rappresentare un'occasione in più per effettuare acquisti fino a ieri rimandati".

Plaude all'azione dell'amministrazione comunale nella scelta degli allestimenti e degli eventi natalizi anche la responsabile territoriale di Confcommercio Provincia di Pisa Valentina Savi: "Abbiamo condiviso con il sindaco Matteo Franconi questa scelta di puntare sull'arte contemporanea, perfettamente coerente con lo spirito innovativo della città. Grazie alle installazioni scelte Pontedera sarà molto luminosa e colorata, proprio per creare una giusta atmosfera in linea con quelli che sono i sentimenti tradizionali del Natale, anche in tempo di Covid". Savi giudica molto positivo anche l'ampliamento delle luci anche ad altre zone della città. "Penso a zone fino ad oggi escluse, come piazza Gronchi, e questo è un ulteriore elemento di miglioramento e positività rispetto al passato, così come è indiscutibile la coerenza nella scelta e nella selezione degli eventi. Facendo gli scongiuri, sperando che i contagi possano tornare a scendere, stiamo facendo di tutto per non perdere almeno il fascino del Natale in questo terribile 2020".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento