Cronaca

Morte Scieri: Panella oltre un'ora davanti al gip

Avrebbe detto al giudice di non avere niente a che fare con la morte di Scieri. Nel pomeriggio sarà ascoltato anche uno dei due indagati, Andrea Antico

La scala ai piedi della quale fu trovato morto il 16 agosto del 1999 Emanuele Scieri

E' rimasto per un'ora e mezzo all'interno del palazzo di giustizia questa mattina, 7 agosto, Alessandro Panella, l'ex caporale arrestato nei giorni scorsi con l'accusa di omicidio volontario in concorso per la morte di Emanuele Scieri, avvenuta il 13 agosto 1999 nella caserma 'Gamerra' di Pisa.
Panella, secondo quanto riporta l'agenzia Ansa, avrebbe rilasciato solo una dichiarazione spontanea al gip Giulio Cesare Cipolletta: "Io con la morte di Scieri non c'entro niente e non è vero che volevo fuggire, ma semplicemente avevo programmato il rientro nel Paese dove vivo e lavoro" avrebbe detto l'ex militare che si trova ai domiciliari nell'abitazione di famiglia di Cerveteri (Roma). Poi si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Panella è arrivato in auto insieme ai suoi avvocati Marco Meoli e Tiziana Mannocci ed è poi uscito accompagnato sempre dai suoi avvocati, senza rilasciare dichiarazioni.


Nel pomeriggio in procura è fissato l'interrogatorio del sottufficiale dell'esercito Andrea Antico, indagato anche lui per omicidio volontario in concorso con Panella e Luigi Zabara, che lunedì davanti al giudice ha scelto il silenzio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Scieri: Panella oltre un'ora davanti al gip

PisaToday è in caricamento