menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monte Serra: 60mila euro per ricostituire le aree distrutte dal fuoco

L'intesa per azioni in 3 anni è stata firmata da Regione Toscana, OLT e Comunità del bosco

La Regione Toscana, in sinergia con la Comunità del bosco dei Monti Pisani Onlus e la società OLT Offshore LNG Toscana, ha promosso la realizzazione di interventi sui soprassuoli del Monte Pisano danneggiati dall'incendio del 2018. Saranno azioni tese alla ricostituzione e il miglioramento delle aree distrutte dal fuoco. E' stata così firmata l'intesa per favorire il ripristino della vegetazione, prevenire il dissesto idrogeologico e accrescere l'attrattività turistica delle aree del Monte Pisano.

In particolare, la stipula del protocollo operativo - tra la Società e la Comunità del Bosco - ha permesso di individuare le modalità più efficaci per portare a termine l'opera di riforestazione e riqualificazione. Si tratta di un investimento di 60mila euro in 3 anni che sarà finanziato da OLT, che nell'ambito delle attività di 'Corporate Social Responsibilty' (CSR) legate al progetto 'L'Energia del Mare - Fare con e per il Territorio', sta sviluppando interventi capaci di intercettare le esigenze sociali del territorio che ospita il proprio impianto. Secondo il programma di lavoro, le attività, progettate e dirette dalla Comunità del Bosco, inizieranno entro fine dicembre 2020. Nel progetto, la Regione Toscana supervisionerà e monitorerà le azioni concordate.

"Da un'esperienza drammatica, abbiamo capito come dove e quando intervenire e abbiamo lavorato insieme per un comune obiettivo - ha detto la vicepresidente e assessore all'agricoltura Stefania Saccardi - abbiamo sperimentato la legge regionale che ha istituito le Comunità di bosco che sostengono un bosco curato e presidiato come lo è stato per tanto tempo che diventa dunque anche una fonte di reddito preziosa, abbiamo coinvolto una società come OLT che sottolinea la sua presenza con interventi come questo, a vantaggio di tutta la comunità. Le azioni concrete che abbiamo messo in campo anche grazie a questa intesa, sono il segno dello spirito con il quale abbiamo voluto far rinascere un bosco così drammaticamente distrutto, rendendo fruibile e gestibile un territorio complesso sotto l'aspetto della forestazione, ma di una straordinaria bellezza e di una valenza ambientale di grande rilievo".

"Un'impresa responsabile - ha sottolineato Giovanni Giorgi, amministratore delegato di OLT - non può limitare il raggio di azione alla propria infrastruttura, deve dialogare con il territorio e capirne le istanze. Questo è lo spirito del nostro programma di CSR, L'Energia del Mare. Nello specifico, il patrimonio naturale della Regione Toscana è immenso e non possiamo permetterci di perderlo". "Questo progetto di riforestazione - ha aggiunto Maurizio Zangrandi, amministratore delegato di OLT - oltre a contribuire al ripristino ambientale di un'area fortemente colpita, consentirà anche l'assorbimento di CO2 e di inquinanti. Un altro step verso un modello di impresa sempre più sostenibile e integrato nel territorio".

Questo primo intervento che Comunità del bosco e OLT Offshore LNG Toscana realizzeranno, unitamente a quelli già eseguiti sul Monte Serra da Regione Toscana, servirà per consolidare una metodologia di intervento volta a risanare le profonde devastazioni prodotte dagli eventi che da settembre 2018 a febbraio 2019 hanno polverizzato ben oltre mille ha di bosco coperti interamente da vegetazione. La principale linea guida per la ricostruzione del soprasuolo è orientata verso lo sviluppo di latifoglie, caratterizzate da una loro maggiore resistenza al fuoco, rispettando i principi di naturalità e biodiversità peculiari del luogo. In base alle specie arboree, è ipotizzabile che le 1.350 piante che andremo a ricollocare su Monte Grande contribuiranno a stoccare una quantità di CO2, calcolata con l'utilizzo di valori medi per piante a maturità, pari a oltre 5.300 t.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento