Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Rom, Capuzzi in Consiglio Comunale: "L'impegno del Comune è costante"

L'assessore al Sociale, rispondendo ad una interrogazione del consigliere Logli sugli investimenti per la popolazione rom, ha presentato una tabella con le spese nel dettaglio nel corso degli anni. Aumentano i finanziamenti per la scolarizzazione dei bambini

Ha risposto durante la seduta del Consiglio Comunale di ieri all'interrogazione del consigliere comunale di Forza Italia-Pdl Gino Logli, che poi non si è detto soddisfatto dell'intervento, l'assessore al Sociale e presidente della Società della Salute Sandra Capuzzi. Il quesito verteva sulla spesa del Comune di Pisa, tramite la stessa Sds, per le politiche di integrazione di rom e sinti.

L'assessore Capuzzi ha così fornito una tabella riportante le spese della Società della Salute della Zona Pisana dal 2010 al 2013, precisando che nel corso degli anni l'investimento effettuato dal Comune nei confronti della popolazione rom è stato costante (280mila euro annue), eccezion fatta per il 2013 quando la spesa è stata di circa 247mila euro. I rimanenti importi sono stati finanziati ad hoc dalla Regione Toscana.
"L'impegno del Comune nel tempo non è mai cambiato, è cambiato però il numero dei cittadini di origine rom nella nostra città - ha affermato durante la seduta l'assessore Capuzzi - anche il progetto delle Città Sottili prevedeva un patto tra la comunità rom e il Comune di Pisa e si basava su un numero sostenibile di cittadini rom. Nel tempo però si è verificato un aumento esponenziale, oggi siamo a circa 800 presenze, che ha portato Pisa ad avere un numero molto superiore rispetto al resto della Toscana. Da parte nostra - ha proseguito Capuzzi - c'è sicuramente l'impegno di modificare il rapporto con la comunità rom, in modo da renderlo più stringente, più completo rispetto al passato e meno ghettizzante, però in questo senso non possono esserci due pesi o due misure, deve esserci il rispetto della legge e della legalità".

Dando uno sguardo alla tabella si nota una decrescita degli investimenti nel corso del tempo per quanto riguarda alcune voci (manutenzioni e pulizie, rimpatri volontari e assistiti, intermediazione abitativa). Nuovi investimenti invece sono stati effettuati per la scolarizzazione e formazione di bambini e adolescenti, che non si ferma alla sola frequenza scolastica, ma anche ad esempio, tra le altre cose, ad attività di ascolto, al supporto ai genitori nei rapporti con gli istituti scolastici, all'osservazione dello stato di salute dei bambini e al supporto all'accesso alla pratica sportiva. Più fondi anche per la voce 'Accompagnamenti sociali dei nuclei familiari rom' che raggruppa interventi di mediazione sociale per le famiglie con ad esempio il sostegno ai processi di inclusione e il supporto all'accesso ai servizi presenti sul territorio.

spese rom società della salute pisa-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rom, Capuzzi in Consiglio Comunale: "L'impegno del Comune è costante"

PisaToday è in caricamento