Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca San Giuliano Terme

San Giuliano Terme, cambia l'Irpef: agevolazioni per i bassi redditi

Il sindaco Panattoni ha anche assicurato che per il 2012 non ci sono problemi per il pagamento degli stipendi dei dipendenti e delle rate dei mutui contratti dall'amministrazione comunale

Una buona notizia per i cittadini sangiulianesi viene da una delibera della giunta comunale che recentemente ha deciso di ripensare le modalità di applicazione dell’addizionale Irpef per l’anno 2012. “Da una recente comunicazione da parte del ministero competente - ha spiegato il sindaco Paolo Panattoni - è emerso un maggiore trasferimento da parte del Governo centrale verso il nostro Ente per circa 300.000 euro che abbiamo deciso di utilizzare a favore dei nostri cittadini”.

“Si tratta di una segnale concreto a favore della nostra comunità e che certifica - ha continuato il sindaco - che ci stiamo muovendo, in senso positivo, dalle difficoltà in cui ci siamo venuti a trovare in questi ultimi sei mesi. I cambiamenti che abbiamo applicato stanno dando i risultati sperati seppure nella consapevolezza che il percorso sarà lungo e non privo di ostacoli”.

Panattoni ha poi illustrato i benefici di questa misura ed allo stesso tempo ha specificato che ad oggi per tutto il 2012 ed in prospettiva, non ci sono problemi per il pagamento delle retribuzioni dei dipendenti e per i pagamenti delle rate dei mutui contratti dall’amministrazione.

“Con questa delibera - ha sottolineato il sindaco - abbiamo rafforzato il principio della progressività per il quale chi ha maggiori redditi deve contribuire maggiormente alla sostenibilità dei servizi erogati sul territorio e dall’altro lato si cerca di salvaguardare le fasce di reddito più basse, applicando puntualmente i principi contenuti nella nostra Costituzione”.

Di fatto l’amministrazione aveva già introdotto, rispetto agli anni precedenti, un’agevolazione per tutti coloro che avevano un reddito dichiarato sotto i 10.000 euro che venivano esentati dal pagamento dell’addizionale. Oltre a confermare questa misura coloro che avranno redditi superiori pagheranno l’addizionale Irpef secondo gli scaglioni di reddito previsti dal Ministero con aliquote che variano progressivamente dal 5 per mille fino all’8 per mille per i redditi superiori agli 80.000 euro.

Questa decisione va a favore dei pensionati e dei lavoratori dipendenti che hanno stipendi o pensioni sotto i 10.000 euro e che si troveranno esentati dal pagamento dell’Irpef comunale. “Ma favorisce - ha sottolineato Panattoni - anche quegli artigiani e commercianti che stanno lottando contro una crisi economica-finanziaria per troppo tempo ignorata o addirittura negata negli anni passati da parte del Governo e che si sono visti erodere sotto quella soglia i propri redditi”.

“Stiamo lavorando con molta attenzione per seguire gli sviluppi a livello nazionale dei rapporti fra Stato ed Enti Locali - conclude il sindaco - auspicando che il federalismo fiscale, da troppo tempo sbandierato e mai applicato, sia attuato dandoci la possibilità di fare non solo l’esattore per conto dello Stato, ma impostando e favorendo politiche di sviluppo a favore del nostro territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giuliano Terme, cambia l'Irpef: agevolazioni per i bassi redditi

PisaToday è in caricamento