Venerdì, 18 Giugno 2021
Jay Elliot
Cronaca

Jay Elliott a Pisa: 14 miliardi di risparmi in sanità grazie a innovazione tecnologica e migliori processi gestionali

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Innovazione e cambiamento per ridurre DI oltre 14 miliardi di euro la spesa sanitaria nazionale. Di questo e degli strumenti concreti per innalzare la qualità del servizio al cittadino, l’efficienza del sistema, diminuendo al contempo gli sprechi e le uscite dello Stato e delle Regioni, si è parlato giovedì nel convegno organizzato dalla società Artide & Antartide (“Innovazione e cambiamento in Sanità”) al CNR di Pisa, con il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Fornacette, Televita, L’Altramela e Sogefarm, e che ha visto la partecipazione di Jay Elliot, ex vicepresidente di Apple, ed oggi protagonista in 106 paesi nel mondo con un’applicazione medica per smarthphone.
Luigi Marroni, assessore alla sanità della Regione Toscana, intervenuto in apertura dei lavori, ha annunciato di lavorare ad una cartella clinica unificata per tutta la Toscana e della necessità di fare un salto di investimenti nel settore dell’ e-health che “non ha ricevuto adeguati finanziamenti rispetto ad altri settori
sanitari”. L’On. Federico Gelli, componente della commissione sanità, ha poi puntato l’attenzione sulla stima, pari a 14 miliardi di euro, dell’impatto in termini di risparmi in sanità dell’utilizzo delle tecnologie disponibili. “Bisogna che il Paese scommetta sull’innovazione, la sostenibilità e su un nuovo modello di assistenza territoriale dei malati cronici”. Approccio sposato da Luciano Attolico, ingegnere della società Lenovys, esperto internazionale nel campo del “Lean Thinking”, che ha sottolineato come “la ricerca dei tagli fini a se stessi non cambia la qualità del servizio e, salvo rarissimi casi, in Italia non si aggrediscono gli sprechi e non si eliminano i passaggi che non aggiungono valore al servizio al cittadino, mentregli approcci di Lean managment in sanità consentirebbero la riduzione dei tempi di permanenza in ospedale del 50%, del numero di visite e di errori, accrescendo la soddisfazione per i pazienti e per il personale sanitario. Il tutto con forti risparmi nei costi”. Nel convegno è stato inoltre presentato dal dottor Luca Puccetti, dottor Giuseppe Cecchi (Direttore della Società della Salute di Pisa) e dottor Ferdinando De Negri (Dirigente Sanitario SOD Medicina d'Urgenza Universitaria di Pisa), il nuovo servizio dalla cooperativa Paim e USL di Pisa, con la partecipazione di Artide & Antartide: un sistema di telemonitoraggio a distanza di parametri vitali, monitorati da una centrale presidiata da infermieri, che opera in stretto contatto con i medici del territorio e consentirà di garantire risposte alternative all’istituzionalizzazione delle persone sole, anziane o con particolari patologie, con certi risparmi sui costi generali e sulla qualità della vita dei pazienti. “Lo sviluppo tecnologico in questo settore – ha affermato in conclusione dei lavori Jay Elliot – sarà segnato sempre più da sistemi che metteranno in comunicazioni sensori sul corpo con gli smarthphone. Queste applicazioni possono misurare ECG, la pressione arteriosa, il polso, il livello di zucchero nel sangue e la temperatura e inoltrare i dati a centri di emergenza, medici, ospedali, oltre che a parenti e amici”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jay Elliott a Pisa: 14 miliardi di risparmi in sanità grazie a innovazione tecnologica e migliori processi gestionali

PisaToday è in caricamento