l'Itis "A. Santucci" diventa operatore Sapr

Al fine di rendere sempre un migliore servizio al territorio l’ITIS, in collaborazione con la Zefiro Innovazione srl, sta diventando un centro di formazione per SAPR.Martedì 8 ottobre un workshop per diffondere le potenzialità della tecnologia e dare una dimostrazione pratica sul rilievo 3D e sull’agricoltura di precisione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

L’ITCG “F. Niccolini” diventa operatore SAPR; concluso in Estate il corso per Piloti di ASPR (DRONE) per due docenti dell’ITIS “A. Santucci”, Prof Luca Antonelli e Prof Mirko Gazzarri, in data 18 settembre è stata fatta comunicazione formale all’ENAC per ufficializzare l’inizio attività. La scuola già da tempo dotata di un drone, autocostruito dai ragazzi dell’istituto, grazie al progetto SEI finanziato dal comune di Pomarance e la Fondazione della Cassa di Risparmio di Volterra ne è stato acquistato un altro destinato ai servizi di fotogrammetria. La finalità ultima è quella di far diventare la scuola un ente accreditato ENAC per la formazione di piloti; per questa è iniziata una collaborazione con Zefiro Innovazione srl, società specializzata sui servizi SAPR e già accreditata, che sta fornendo supporto tecnico. I droni, o meglio, i Sistemi Aereomobili a Pilotaggio Remoto (SAPR), come vengono definiti nel regolamento ENAC, sono una tecnologia che cambia il modo di fare le cose, il modo di lavorare in molti settori produttivi e nei servizi, creando nuove opportunità occupazionali e professionali. I SAPR possono risolvere molti problemi logistici grazie alla facilità con cui sono in grado di eseguire rilievi aerei a bassa quota al fine di acquisire dati metrici e qualitativi di dettaglio. Fra le metodologie di telerilevamento possibili, la fotogrammetria è sicuramente una delle tecniche ad oggi più utilizzata in questo ambito. Il parallelo sviluppo di moderne metodologie di elaborazione del dato fotogrammetrico permette di ottenere rapidamente ed economicamente la mappatura degli oggetti rilevati. Si possono acquisire ortofoto georiferite, realizzare modelli 3D e modelli digitali, ispezioni visive e termiche, monitoraggi ambientali, analisi di integrità del nostro patrimonio artistico, valutazioni sull’efficienza energetica degli edifici, mappatura del territorio edificato. Con la termografia si possono ispezionare e monitorare impianti elettrici ed industriali, nell’agricoltura si possono fare interventi mirati con estrema precisione e verificare lo stato vegetativo delle piante, si possono fare interventi di protezione civile di soccorso pubblico ecc. Il progetto è stato realizzato grazie alla determinazione della dirigente Ester Balducci che ha intuito le potenzialità di questa tecnologia e già da tempo ha permesso ai docenti di specializzarsi. L’idea è quelle di migliorare l’orientamento in uscita, ma soprattutto, sviluppare le capacità degli studenti, “il saper fare”, al fine avere più porte aperte possibili per il loro collocamento nel mondo del lavoro. Per dare evidenza al mondo produttivo delle potenzialità di questa tecnologia martedì 8 ottobre alle ore 8:30 presso il teatro dei coraggiosi di Pomarance si terrà un Seminario sul tema “Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (Droni): una tecnologia che cambia il modo di lavorare”. Dopo la parte introduttiva a teatro il workshop continuerà con due esperienze in campo; la prima tesa ad acquisire foto per poi elaborare il modello 3D del soggetto, la seconda tesa a verificare lo stato vegetativo delle piante per dare una dimostrazione dell’agricoltura di precisione.

Torna su
PisaToday è in caricamento