Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

La Misericordia per niente misericordiosa con i suoi dipendenti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday
A distanza di quasi due anni dai licenziamenti, a due anni da una inchiesta della Magistratura finita nel nulla, la situazione alla Misericordia di Pisa non migliora. Non parliamo tanto dei conti ma di un clima di continua tensione tra volontari (non dovevano essere la risorsa con la quale rilanciare la Confraternita') e Magistrato attorno al 118 , parliamo soprattutto dei lavori dati all'esterno in assenza di personale.
I licenziamenti hanno privato la Misericordia di professionalità che la costringono ad affidare a ditte le pietre dei loculi, a una'altra ditta la pulizia della sede (che non è stata venduta o affittata contrariamente agli impegni assunti da Marchetti), insomma nessun rilancio ma solo una gestione fallimentare incapace di salvaguardare l'occupazione, i servizi (esempio è l'abbandono del servizio ambulanze interno all'ospedale) , incapace di gestire un rapporto proficuo con la città e i volontari. Chi voleva salvare la Misericordia la sta distruggendo
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Misericordia per niente misericordiosa con i suoi dipendenti

PisaToday è in caricamento