Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Le Piagge

La Pisa che fu nel diario ritrovato di un prete: iniziativa del Mosaico di Buscemi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Il racconto di quasi vent'anni di attività pastorale di un parroco di "campagna" attraverso le pagine del suo diario conservato nella canonica di San Michele degli Scalzi. Questo in sintesi il librettino dal titolo "Memorie di Don Giulio " e sottotitolo " Memorie riguardanti la Chiesa e Parrocchia di San Michele degli Scalzi - Sobborgo di Pisa", un estratto commentato da Michela Festa del diario tenuto dal Sacerdote Giulio Guidi dal 1884 al 1901 quando era parroco a San Michele degli Scalzi, all'epoca poco più di un piccolo borgo di campagna che cresceva lentamente intorno alle numerose fabbriche di ceramica della zona. Michela Festa, architetto pisano, s'imbatte in Don Giulio quattordici anni fa quando frequenta gli archivi parrocchiali alla ricerca di documenti e notizie per la sua tesi di laurea di architettura sull'antica chiesa. Per caso scopre il vecchio diario di colui che fu Priore del 1884 al 1901, e parallelamente alla preparazione della tesi, ne seleziona e ne commenta alcuni brani per poi pubblicarli in occasione del centenario della morte dell'"amato parroco di San Michele degli Scalzi". I brani offrono uno spaccato della Pisa di fine Ottocento, con spassosi aneddoti e curiosità. Oggi il libro è ristampato, arricchito anche di immagini, alcune inedite, a cura della Parrocchia, dell'Associazione Culturale "IL MOSAICO" (Presidente Riccardo Buscemi) e dal Centro Culturale BONANNO PISANO. Contiene anche l'introduzione dell'Arcivescovo Giovanni Paolo Benotto e sarà presentato in San Michele degli Scalzi Giovedì 16 maggio alle 19, nell'ambito della Festa di Sant'Ubaldo e della SETTIMANA ALLE PIAGGE organizzata dal Comitato omonimo. La cerimonia prevede, oltre ai saluti di rito, la lettura di alcuni brani del diario di Don Giulio da parte dell'attore ANDREA BUSCEMI.

"Appena cinque anni dopo la morte di Don Giulio" commenta Riccardo Buscemi " a San Jacopo e Filippo arrivava quel Padre Felice Prinetti, ormai alle soglie della beatificazione. Mi piace pensare che il lavoro di Prinetti sia riuscito anche grazie alla via preparatagli da Don Giulio. Il libro è dedicato a Ubaldo Giuliani che col suo Centro Culturale BONANNO PISANO per diversi decenni ha alimentato di iniziative culturali San Michele degli Scalzi".

RICCARDO BUSCEMI, PRESIDENTE DE "IL MOSAICO"

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Pisa che fu nel diario ritrovato di un prete: iniziativa del Mosaico di Buscemi

PisaToday è in caricamento