Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

La rappresentanza rom e sinti apre un dialogo con il Comune di Pisa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

L'Associazione Nazione Rom in data 4 luglio 2013 ha scritto al Sindaco di Pisa Marco Filippeschi ed all' Assessore al Sociale Sandra Capuzzi chiedendo un incontro urgente al fine di applicare territorialmente la Strategia Nazionale di inclusione dei Rom, dei Sinti e dei Caminanti varata dal Consiglio dei Ministri il 24 febbraio 2012 con UNAR - Punto di Contatto Nazionale.

Nel pomeriggio l'Assessore Sandra Capuzzi ha contattato telefonicamente Marcello Zuinisi - legale rappresentante dell'Associazione Nazione Rom al fine di iniziare quelle relazioni diplomatiche tra la società civile Rom ed il Comune di Pisa, relazioni fino ad oggi non permesse dalla politica della precedente amministrazione improntata al razzismo anti Rom, agli sgomberi, alla deportazione di decine e decine di cittadini e cittadine dal territorio. Lo scambio avuto tra le parti sembra inaugurare una nuova stagione di rispetto dei Diritti Umani e la premesse di costruzione di una relazione improntata al rispetto delle leggi e della Strategia Nazionale di inclusione dei Rom, Sinti e Caminanti.

L'Assessore Sandra Capuozzi ha smentito il comunicato redatto dall'Ufficio Stampa del Comune di Pisa in data 31 giugno 2013 nel quale si affermava che : "è stato avviato un confronto con la Regione Toscana e le Associazioni Rom e Sinti presenti nel territorio sulla questione della frequenza scolastica dei minori presenti all'interno dei campi e superare le emergenze" Nessun incontro è avvenuto, nel territorio Amministrato dal Comune di Pisa, tra il Comune, la Regione Toscana e le Associazioni Rom e Sinti.

E' dal 14 aprile 2012 che la rappresentanza Rom e Sinti, organizzata nel Consiglio Nazionale Rom, ha protocollato ufficialmente la richiesta di implementare territorialmente la Strategia Nazionale di inclusione dei Rom Sinti e Caminanti. Tutte le richieste sono state inevase.

Nel corso della telefonata l'Associazione Nazione Rom ha spiegato all'Assessore Sandra Capuozzo il carattere ed il contenuto della Strategia Nazionale con UNAR - Punto di Contatto Nazionale. Il carattere ed il contenuto della Strategia è stato tra l'altro violato ed omesso dalla stessa Regione Toscana che con la delibera n. 128 ha istaurato il "Tavolo Regionale di inclusione dei Rom" estromettendo formalmente e sostanzialmente sia la rappresentanza Rom che la società civile Rom dallo stesso tavolo.

L' Associazione Nazione Rom ha presentato ricorso al Presidente della Repubblica - CONSIGLIO di STATO chiedendo annullamento della delibera n. 128 istituita dalla Regione Toscana in data 27 febbraio 2013 e pubblicata sul BURT bollettino ufficiale della Regione Toscana il 13 marzo 2013. La rappresentanza Rom supportata dall'Avvocato Vincenzo Ferraro depositerà formalmente il ricorso entro l'11 luglio 2013. La delibera della Regione Toscana esclude la rappresentanza Rom, la società civile Rom ed UNAR dai "Tavoli di inclusione dei Rom, Sinti e Caminanti" violando gravemente la Strategia Nazionale e gli accordi sottoscritti dallo Stato Italiano a Bruxelles il 5 aprile 2011.

Il 17 luglio 2013 a Roma, c/o la Presidenza del Consiglio dei Ministri in via Largo Chigi, si terrà un incontro tra la rappresentanza Rom organizzata nel Consiglio Nazionale Rom ed il Capo Gabinetto del Ministero dell'Integrazione e Cooperazione Internazionale dott. Angelo Carbone. L'incontro è finalizzato ad acquisire il rispetto sostanziale e formale degli impegni assunti dal Governo di fronte alla Commissione Europea ed alla società civile Rom.

https://nazionerom.blogspot.it/2013/06/unar-ufficio-nazionale.html

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rappresentanza rom e sinti apre un dialogo con il Comune di Pisa

PisaToday è in caricamento