rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca

Al Centro 'Sport and Anatomy' ecco il laboratorio per impararare a prendersi cura degli sportivi a 360°

Il nuovo laboratorio di Biomeccanica e Medicina dello sport dell'Università di Pisa sarà inaugurato venerdì 10 giugno

Il Centro di medicina riabilitativa 'Sport and Anatomy' dell’Università di Pisa si amplia con il laboratorio di Biomeccanica e la Medicina dello sport, discipline indispensabili per poter prendere in carico in modo completo lo sportivo e non solo. L’inaugurazione dei nuovi locali si terrà venerdì 10 giugno, alle ore 17, con gli interventi del rettore Paolo Maria Mancarella, del direttore del Centro Marco Gesi, del presidente della Scuola di medicina Riccardo Zucchi e del direttore del Dipartimento di Ingegneria civile e industriale Maria Vittoria Salvetti.

“Sviluppare la progettualità del Centro - dichiara il professor Marco Gesi - è uno dei principali obiettivi che ci eravamo posti fin dall’inizio del progetto. Nuove attività, nuove figure e nuovi settori scientifico-disciplinari sono indispensabili per ottenere traguardi più alti nell’ambito della formazione e della ricerca, così da raggiungere sia i professionisti che operano in questo ambito, sia gli studenti che si preparano a entrare in un mondo lavorativo sempre più competitivo”.

Il Centro 'Sport and Anatomy' è nato nel 2018 con l’intento di essere un laboratorio aperto e interdisciplinare, un vero e proprio 'campo di allenamento', per gli studenti dei corsi di laurea in Fisioterapia e in Scienze motorie, dove vedere e mettere in pratica molti degli argomenti trattati durante le lezioni frontali. Molti sono infatti gli studenti dell’Università di Pisa e di altri atenei italiani ed esteri che vi svolgono tirocini curriculari ed extracurriculari, l’internato di tesi, oppure che lo frequentano da laureati.

"Con le due nuove discipline ancora più studenti saranno interessati a frequentare il Centro per aumentare il loro bagaglio formativo e perfezionare le esperienze anche nell’ambito della ricerca - sottolineano dall'Ateneo - solo per fare qualche esempio, gli specializzandi della Scuola in Medicina dello sport e dell’esercizio fisico potranno trovare un ambiente formativo particolarmente idoneo, mentre gli studenti di Ingegneria potranno dedicarsi allo studio dell’analisi del movimento riuscendo a comprendere, in sinergia con il personale sanitario, gli aspetti fisiologici e patologici del paziente/sportivo".

Il laboratorio di Biomeccanica, realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria civile e industriale, è dotato di una tecnologia di altissima precisione e ha tra i suoi interessi primari l’analisi del movimento tramite un sistema optoelettronico VICON, con pedane di forza e IMU.

Grazie alla Medicina dello sport, il Centro 'Sport and Anatomy' entra a far parte delle 'strutture di sede' (al pari di quelle presenti all’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana) nel cui ambito gli specializzandi in Medicina dello sport e dell’esercizio fisico potranno fare esperienza in questo settore specialistico e approfondire i diversi aspetti che ruotano attorno a uno sportivo, dall’imaging alla riabilitazione, dalla riatletizzazione sino allo studio delle dinamiche biomeccaniche. Questo permetterà loro di andare al di là della certificazione per l’attività fisica, accostandosi ad altre competenze specialistiche indispensabili per divenire un professionista a tutto tondo del settore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Centro 'Sport and Anatomy' ecco il laboratorio per impararare a prendersi cura degli sportivi a 360°

PisaToday è in caricamento