rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Lanterne verdi come simbolo di accoglienza e di pace: l'iniziativa per dire no alla guerra

Mercoledì anche i circoli provinciali Acli aderiscono all'iniziativa che prende spunto dalle luci che i cittadini polacchi lungo il confine con la Bielorussia mettono alle finestre delle loro case per indicare la via ai migranti in fuga

Lanterne verdi in tutti i circoli della provincia di Pisa per chiedere pace e sostenere corridoi umanitari e accoglienza di chi fugge da guerre e persecuzioni. Dall’Ucraina sicuramente ma anche dagli altri 22 conflitti dimenticati che continuano ad insanguinare il pianeta. Anche le Acli pisane aderiscono all’iniziativa simbolica di solidarietà e sensibilizzazione, che prende spunto dalle luci che i cittadini polacchi lungo il confine con la Bielorussia mettono alle finestre delle loro case per indicare ai migranti in fuga che fra quelle quattro mura possono trovare ospitalità e un po’ di calore umano. Una proposta promossa a livello nazionale dal quotidiano Avvenire e rilanciata a livello locale dal Coordinamento pisano per la rotta balcanica, che ad oggi conta 16 fra associazioni, organismi pastorali e realtà sociali impegnate nell’animazione della provincia di Pisa (Acli provinciali di Pisa, Acli Toscane, Agesci, Azione Cattolica, Bhalobasa, Caritas, Centro studi I Cappuccini, Acli Persone Comunità, Circolo Arci Il Fortino, Libera, L'Informazione Giovane, Movimento dei Focolari, Movimento politico per l’Unità, Ora Legale, Ordine Francescano Secolare di S. Croce Fossabanda, Salus e Unità Migranti) fra le quali anche le Acli provinciali di Pisa.

Mercoledì 9 marzo, alle 18.30, accenderemo le lanterne verdi alle finestre di circoli e uffici della provincia in segno di vicinanza e solidarietà nei confronti di profughi in fuga da guerre e terrorismo accampati senza futuro alle porte d’Europa e per dire no alla guerra, a quella in Ucraina e a tutti gli altri conflitti dimenticati che stanno bagnando di sangue tante parti del pianeta e causando la fuga di milioni di persone - annuncia il presidente delle Acli provinciali di Pisa Paolo Martinelli - ci auguriamo che questo segno, simbolo di pace, accoglienza  e integrazione, si diffonda nelle nostre associazioni, gruppi parrocchiali, famiglie e tra le persone come opportunità di sensibilizzazione sul tema e di apertura del cuore a chi vive ai margini. Un piccolo segno di luce che possa diventare occasione per costruire proposte di formazione, solidarietà e di attenzione ai migranti e ai conflitti dimenticati, trasformandosi in un reale gesto da artigiani di pace”.

Per tutti coloro che volessero aderire autonomamente è a disposizione un kit per con le istruzioni per autoprodurre la lanterna verde. Per realizzarle, infatti, bastano una striscia di carta verde, un bicchiere, una candela o un lumino e scotch o colla. Su www.aclipisa.com e sul profilo Facebook delle Acli provinciali di Pisa la guida per costruire in casa la lanterna verde.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanterne verdi come simbolo di accoglienza e di pace: l'iniziativa per dire no alla guerra

PisaToday è in caricamento