Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Via Lombardia

Pontedera, incendio al calzaturificio: lavoratori chiedono la cassa integrazione

L'incendio ha distrutto buona parte del capannone nella zona industriale di Gello. L'amministratore non è ancora stato rintracciato: gli assegni dell'ultima mensilità erano risultati scoperti

Chiederanno la cassa integrazione straordinaria alla Provincia di Pisa i sindacati  per fronteggiare le difficoltà economiche dei 45 dipendenti del calzaturificio Big di Pontedera, andato distrutto dopo l'incendio divampato nella notte tra sabato e domenica. I vigili del fuoco sono ancora al lavoro per spengere definitivamente le fiamme, visto che l'operazione di rimozione del materiale bruciato, sta facendo emergere piccoli focolai che richiedono continui interventi per mettere in sicurezza l'edificio di 1500 metri quadrati, di cui la metà completamente distrutti dalle fiamme. Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco comunque l'incendio sarebbe di natura dolosa.


Venerdì scorso i lavoratori del calzaturificio hanno scioperato perché gli assegni con cui era stata pagata l'ultima mensilità risultavano scoperti. Stamani, una rappresentanza dei lavoratori si è incontrata con Tania Benvenuti, sindacalista della Cgil, per cominciare a raccogliere la documentazione necessaria per la presentazione della richiesta degli ammortizzatori sociali. Come dimostra la visura camerale, l'amministratore unico del calzaturificio è M.T., residente a Bussolengo, in provincia di Verona. I carabinieri lo stanno cercando da due giorni, ma ogni tentativo è risultato vano. (fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, incendio al calzaturificio: lavoratori chiedono la cassa integrazione

PisaToday è in caricamento