Cronaca

Lavoratori stagionali: campagna informativa Filcams Cgil in centro a Pisa

I dati nazionali preoccupano il sindacato, che spinge per un rilancio del settore turismo in nome di inclusione, sostenibilità e legalità

Dopo l'iniziativa svolta sul litorale pisano per sensibilizzare ed informare i lavoratori stagionali sui propri diritti, la Filcams Cgil si sposta dalla spiaggia alle vie del centro storico di Pisa. L'appuntamento è per la mattina del 10 settembre. "Percorreremo l'arteria commerciale da Corso Italia fino a Piazza dei Miracoli - spiega in una nota il sindacato - consegnando materiale informativo ai lavoratori riguardante l'accesso agli ammortizzatori sociali (disoccupazione-Naspi) a fine stagione e brochure informative sui servizi erogati ed i contatti dove trovarci per ulteriori chiarimenti di natura contrattuale".

Lo scopo è attivare percorsi di tutela per questa tipologia di lavoratori che "appartengono ad un settore molto difficile da intercettare per la forte parcellizzazione e frammentazione che lo caratterizza e dove buona parte dei rapporti di lavoro coinvolge giovani che cercano un'opportunità occupazionale durante l'estate e che sono spesso sono 'a digiuno' di quali possono essere i propri diritti".

Le difficoltà in questo senso sono di lungo periodo e la stagione 2021 non ha fatto eccezione. Caterina Ballanti, segretaria generale della Filcams di Pisa, e Simona Conti, della segreteria provinciale con delega al turismo: "Ci siamo trovati, per quanto riguarda la qualità dell'occupazione nel settore di fronte ad uno scenario tristamente noto e che non ci stancheremo di denunciare, che è quello delle irregolarità e violazioni contrattuali. Fenomeno che la Pandemia ha solo amplificato".

"L'Ispettorato Nazionale del lavoro - dicono le sindacaliste - su oltre 200 aziende controllate, più del 70% è risultato irregolare e circa il 30% è stato chiuso con provvedimento di sospensione dell’attività. Tra le imprese ispezionate 7 su 10 hanno visto la presenza di lavoratori in nero, con violazioni in materia di busta paga e di tracciabilità dei pagamenti, e si sono evidenziate irregolarità in merito alla sicurezza del lavoro a forme spurie di cooperative, agli orari di lavoro e ai trattamenti contrattuali applicati ai lavoratori. Certo il dato è nazionale, ma riguarda in maniera trasversale tutti i territori". Se i dati 2021 sulle presenze sono in ripresa rispetto il 2020, "nel dibattito nessuna parola viene spesa sulle condizioni di lavoro dei lavoratori, se non per polemizzare in maniera strumentale sulla loro presunta indisponibilità e sul reddito di cittadinanza".

"Un nuovo modello di turismo è possibile - conclude la Filcams di Pisa - inclusione, sostenibilità e legalità, nel perimetro del rispetto della legge e dei contratti nazionali di settore; solo così sarà possibile gestire la ripresa per un rilancio del settore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori stagionali: campagna informativa Filcams Cgil in centro a Pisa

PisaToday è in caricamento