Cronaca

Arena Garibaldi: "Inutile spendere 600 mila euro su una struttura che verrà demolita"

E' quanto riferito sabato mattina dal sindaco Filippeschi e dall'assessore Serfogli: "Se si fa il nuovo stadio bene, altrimenti faremo noi l'adeguamento sismico"

"In 10 anni la nostra Amministrazione ha speso un milione di euro per lo stadio. E siamo pronti, se malauguratamente l’ipotesi del nuovo stadio naufragasse, a investire per rispondere alle nuove normative antisismiche. Naturalmente se lo stadio nuovo divenisse realtà, le situazioni oggi sotto attenzione, sarebbero risolte. E così non avremmo speso inutilmente i soldi". E' quanto dichiarato questa mattina, sabato 25 novembre, dal sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, e dall'assessore ai Lavori Pubblici Andrea Serfogli durante un conferenza stampa convocata sul tema a Palazzo Gambacorti. "E’ evidente a tutti - hanno proseguito sindaco e assessore - che se il Pisa andasse, nel futuro prossimo, come noi ci auguriamo, in serie A, nell’attuale Arena Garibaldi non si potrebbe giocare. E quindi, la riqualificazione dell’Arena, con un aumento della capienza e con le strutture finalmente a norma, rimane un obiettivo irrinunciabile". 

La mancanza delle telecamere di controllo in curva sud con gli standard voluti dalla Questura è uno dei motivi per cui è stata rigettata la richiesta di aumento dei posti, almeno per il derby. Questi sono lavori che competono alla nuova società. "Dall’agosto 2016 il Pisa Sporting Club sta utilizzando lo stadio Comunale - affermano ancora Filippeschi e Serfogli - ma ancora ad oggi, malgrado l’impegno degli uffici del Comune, la società non ha firmato la convenzione, che è scaduta il 15 agosto 2016. La firma della convenzione sarebbe un concreto passo avanti verso la normalizzazione della situazione". 

"Va ricordato - proseguono - che l'amministrazione fece allora sapere alla società che senza la convenzione, era problematico per loro eseguire lavori. Sempre nel 2016 Società e Comune si accordarono, per scritto, sui rispettivi lavori da eseguire. Al Comune, proprietario dello stadio, toccarono lavori per 548mila euro da effettuarsi nel biennio 2016-17 e 960mila euro per il miglioramento sismico da effettuare nel bienni 2017-19. Alla Società toccarono impegni per 600 mila euro. La società ad oggi, ha rendicontato lavori per 462 mila euro (compresi i 60mila da spendere entro fine 2017), solo in parte corrispondenti a quelli stabiliti a suo tempo. Secondo quel progetto del 2016 la capienza sarebbe diventata di 12743 posti. Non ha avuto seguito l’intenzione espressa dalla Società di effettuare lavori in Curva Nord per rendere agibili gli 860 posti oggi soppressi. Ad inizio 2017 con la Società è partito il confronto sulla possibilità di riqualificare completamente l’Arena. Viene in seguito presentato il progetto. E naturalmente si sono fermano gli eventuali interventi resi inutili dall’ipotesi del nuovo stadio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arena Garibaldi: "Inutile spendere 600 mila euro su una struttura che verrà demolita"

PisaToday è in caricamento