Rafforzamento degli argini del Serchio: riprendono i lavori a San Frediano

Il Sindaco Angori: "Partiti in questi giorni anche gli interventi di potenziamento arginale tra Nodica e Migliarino"

Sul territorio vecchianese sono ripresi anche i lavori per il potenziamento degli argini del Serchio a San Frediano, a cura della Regione Toscana, iniziati lo scorso mese di settembre 2019. E non solo; con la ripartenza della Fase 2 dell’emergenza Coronavirus sono iniziati, proprio in questi giorni, anche i tanto attesi cantieri per il rafforzamento arginale tra Nodica e Migliarino, sempre a cura dell’Ente Regionale. "I lavori in San Frediano - spiega il Sindaco Massimiliano Angori - comportano delle limitazioni alla viabilità per consentire il transito dei mezzi pesanti, traffico che è funzionale al rifornimento dei materiali. Tali limitazioni sarebbero dovute rimanere in vigore fino al 30 marzo scorso, ma l’emergenza Covid19 ha prolungato la necessità di mantenere tali limitazioni, visto che le lavorazioni hanno subito, ovviamente, uno stop nel periodo del lockdown".

Per cui rimane in vigore fino a fine cantiere il divieto di sosta con rimozione coatta su entrambi i lati della Via di San Frediano per l'Intero tratto e il contestuale abbattimento della velocità massima a 10 km/h sulla strada, con relativa istituzione del senso unico alternato con precedenza alla direttrice Argine Fiume Serchio-Via Argine Vecchio. "I lavori - continua Angori - determineranno alcuni disagi alla circolazione e per la cittadinanza, con la quale ci scusiamo; ricordo tuttavia che sono finalizzati alla realizzazione del potenziamento arginale, e dunque alla maggiore sicurezza idrogeologica del nostro territorio. Anche gli interventi per il rafforzamento arginale iniziati adesso tra le frazioni di Nodica e Migliarino, in un luogo simbolico per il nostro territorio poiché era stato oggetto della rottura dell’argine nel 2009, vanno in questa direzione; siamo molto soddisfatti perché si tratta di lavori attesi da tempo dal nostro territorio, a cui la Regione Toscana ha dato corso, come da accordi con il nostro Ente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

Torna su
PisaToday è in caricamento