Cronaca

Calcinaia: partiti i lavori per la nuova fognatura

Con un investimento di oltre 3 milioni di euro verrà migliorata la rete del comune, eliminando anche il problema della fognatura mista ad Oltrarno

Un intervento imponente di Acque spa che ha già cominciato, in collaborazione con le amministrazioni locali, a realizzare il nuovo sistema fognario del Comune di Calcinaia, che raggiungerà a fine lavori anche la zona del Chiesino in territorio pontederese.

Un’opera davvero rilevante che interesserà ben 9.500 utenti e che ha un valore stimato di 3.250.000 euro. Nel dettaglio i lavori riguarderanno la dismissione del depuratore di Calcinaia, il collettamento al depuratore  di via Hangar a Pontedera e la completa riorganizzazione del sistema fognario nelle zone del Chiesino e di Oltrarno, necessità molto sentita dai cittadini del quartiere calcinaiolo. Anche i Comuni di Calcinaia e Pontedera hanno contribuito con la rilevante quota parte di 900.000 euro a sostenere questa fondamentale opera.

“Siamo molto soddisfatti - spiega il sindaco di Calcinaia Lucia Ciampi - di poter presentare quest’opera di capitale importanza per la nostra amministrazione e per la nostra cittadinanza, tanto che l’avevamo inserita nel nostro programma di Governo. Si tratta di un intervento che porterà la dismissione del depuratore di Calcinaia, con dei benefici ambientali molto evidenti per il nostro paese ed eliminerà il problema della fognatura mista nella località di Oltrarno che ha subito un forte incremento demografico nei decenni passati e che aveva assolutamente bisogno di una nuova rete fognaria. Abbiamo fatto diversi incontri con i nostri cittadini per spiegare proprio l’urgenza e l’importanza di questa operazione. Un’opera, i cui lavori peraltro sono già partiti, che è stato possibile realizzare grazie al contributo fondamentale del Bacino regionale Toscana Costa, di Acque spa e dei Comuni di Calcinaia e Pontedera"

Anche l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Pontedera, Matteo Franconi, plaude all’opera in via di realizzazione: “Si tratta di un intervento che porterà un indubbio miglioramento dei servizi e molti benefici di carattere ambientale. E’ l’ufficializzazione - spiega Franconi - di un percorso che va a compimento. Il nostro obiettivo è quello di collettare tutto il sistema a Gello e di dismettere progressivamente il depuratore di via Hangar a Pontedera”.

L’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Calcinaia, Roberto Gonnelli, pone l’accento sulla rilevanza dell’opera: “Si tratta davvero di un intervento significativo, magari non avrà la stessa risonanza che può avere l’inaugurazione di una biblioteca o di una scuola - chiarisce Gonnelli - ma per noi ha la medesima importanza. Toglieremo le fognature miste dal quartiere di Oltrarno e inoltre, al termine dei lavori, potremmo procedere finalmente alla sistemazione di via Giovanni XXIII con un nuovo manto stradale che potrà finalmente rendere migliore la viabilità in quella zona. Abbiamo sempre detto ai cittadini che l’intervento di asfaltatura sarebbe seguito a quello della nuova infrastruttura fognaria, perché sarebbe stato assurdo sistemare una strada per poi spaccarla nuovamente. Adesso ci siamo. Si tratterà di pazientare fino alla fine dei lavori”.
Lavori che dovrebbero, secondo cronoprogramma terminare alla fine di marzo 2017, proprio con la sistemazione della rete delle zone di Oltrarno e del Chiesino.

“Voglio ringraziare le amministrazioni di Calcinaia e Pontedera - ha esordito Rolando Pampaloni, consigliere di amministrazione di Acque spa - con cui abbiamo instaurato ormai un ottimo rapporto. L’opera in questione è un’opera da oltre 3 milioni di euro che fa parte di un progetto ancor più strategico, ovvero quello del cosiddetto Tubone che prevede la realizzazione di schemi depurativi più razionali e funzionali in Valdera, Valdarno inferiore e fognatura calcinaia-2Valdinievole. Il complesso delle opere sopracitate ha l’incredibile valore di 143milioni di euro in parte derivanti dalla tariffa, in parte da finanziamenti pubblici. I lavori causeranno inevitabilmente qualche disagio ai residenti a cui chiediamo pazienza e collaborazione”.

“9.500 utenti saranno interessati da questi lavori - ha chiarito ancor meglio Claudio Lastraioli del settore investimenti di Acque spa - saranno utilizzati 2500 m di condotti in pressione per superare gli ostacoli che si frapporranno ai lavori (tra cui ad esempio lo Scolmatore) e 2500 m di condotti in gravità. Sarà utilizzata la tecnica del micro tunnel per preservare il centro storico di Calcinaia e verranno effettuati 3 sollevamenti fognari. Si tratta quindi di un lavoro, oltre che molto oneroso, anche tecnologicamente molto avanzato. I lavori sono stati appaltati ad una ditta della zona, per la precisione la ditta Vanni Pierino di Montescudaio, per cui le risorse investite resteranno sul territorio. Da questa settimana cominceremo ad effettuare sopralluoghi e di volta in volta ci metteremo in contatto con i cittadini di Calcinaia interessati dall’intervento”.

Insomma un’opera mastodontica che vedrà la dismissione del depuratore di Calcinaia (e anche quello di Fornacette entro la fine dell’anno) e che al momento sta investendo via dei Martiri e via Saffi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcinaia: partiti i lavori per la nuova fognatura

PisaToday è in caricamento