rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca Vicopisano

Monte Pisano: prosegue la messa in sicurezza del territorio dopo l'incendio

Il rogo è quello dell'agosto 2021 dove bruciarono 25 ettari di bosco

Prosegue la messa in sicurezza del Monte Pisano da parte degli operai forestali della Regione Toscana nelle zone percorse dall’incendio dell’agosto scorso, a Vicopisano. Nuovi sopralluoghi dell'Amministrazione e dei tecnici sopra località Ceppato, in località Luchetta e Valletta e in località Spazzavento, sul Monte Capitano, da dove ha preso il via il rogo. "Sono stati tagliati alberi bruciati, destinati a cadere - spiega l’assessore al Monte Pisano, Fabiola Franchi - e sono stati posizionati in posizione trasversale, rispetto alla pendenza del Monte, per mitigare il rischio di dissesto idrogeologico ed evitare il dilavamento del Monte in caso di pioggia. Un'operazione che dovrà continuare".

"Sono state realizzate graticciate, oltre a briglie negli alvei dei corsi d’acqua - continua l'assessore - sempre con operazioni di ingegneria naturalistica, per garantire maggiori difese al Monte nelle zone di passaggio del fuoco. Sono state poi ripristinate le strade di accesso alle case esistenti, nelle tre località.
In Luchetta è stato creato un 'pozzetto' per convogliare l’acqua e farla passare sotto la strada, per poi farla confluire nell’alveo, per evitare allagamenti e sempre per contrastare il dissesto idrogeologico e i rischi connessi".

"Come detto - conclude Franchi - le operazioni di messa in sicurezza continuano e vi daremo nuovi aggiornamenti, in attesa, anche se ci vorrà un po’ di tempo ma sarà così, che torni il verde e si possa poi procedere al rimboschimento. Non appena il terreno potrà accogliere nuove piantumazioni. E' quello che attendiamo e desideriamo tutti, ma dobbiamo procedere per gradi e adesso la priorità è la messa in sicurezza del Monte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte Pisano: prosegue la messa in sicurezza del territorio dopo l'incendio

PisaToday è in caricamento