Cronaca Castelfranco di Sotto

Castelfranco di Sotto: interventi da oltre 600mila euro per la 'nuova' piscina comunale

Il progetto dell'amministrazione comunale che punta a giugno 2022 per poter rendere nuovamente fruibile l'impianto nel periodo estivo

Approvato dall'amministrazione comunale di Castelfranco di Sotto, nel corso dell'ultima riunione di Giunta, il progetto di fattibilità che punta alla riattivazione della piscina a partire dal giugno 2022, per far sì che il primo impianto natatorio pubblico del Valdarno inferiore torni a svolgere il suo importante ruolo a servizio del territorio e della comunità con un rilancio complessivo ed organico a vent’anni dalla sua realizzazione.
Nel 2020, col supporto degli uffici tecnici, è stata avviata un’attenta opera di valutazione delle condizioni e dello stato d’uso dei locali e della piscina: una struttura che, dopo venti anni di attività, necessita di rilevanti interventi di riqualificazione e messa in sicurezza, sia delle vasche che della parte impiantistica. Da inizio 2021 è poi partita la prima fase di progettazione.
L’Ufficio Tecnico del Comune ha stilato così un progetto preliminare finalizzato al ripristino della funzionalità dell’impianto che individua una serie di interventi strutturali per un importo complessivo di 625.000 euro.

L'intervento

L’opera prevede un completo rifacimento della struttura. Più nel dettaglio: il ripristino strutturale delle tre vasche e del loro rivestimento interno; la realizzazione di nuovo impianto di filtrazione e ricircolo; l’adeguamento dell’impianti elettrico; il rifacimento dell’impianto di estrazione aria e di sentina; il ripristino della pavimentazione; lo smaltimento degli impianti, dei rivestimenti delle vasche e degli accessori che saranno rimossi.
L’intervento è suddiviso in due stralci funzionali, al fine di consentirne la realizzazione in relazione alle necessarie tempistiche.
Il I° stralcio prevede l’intervento sull’intera parte impiantistica nel locale tecnico interrato oltre agli oneri tecnici per l’affidamenti progettazione esecutiva di entrambi gli stralci funzionali così da aver un progetto valido e cantierabile da presentare a bandi regionali e statali. Questo lotto comporta una spesa di 180.000 euro.
Il II° stralcio prevede interventi sulle tre vasche e sulla pavimentazione esterna complessiva per una spesa di 445.000 euro. Di questa fase di lavori fa parte, più in particolare: la riconversione della vasca ottagonale a nuovo spazio giochi per bambini 0-6 con giochi d’acqua, cannoncini spray, mini-scivoli e zampilli. Inoltre si prevede che la pavimentazione in autobloccanti adiacente alla vasca ottagonale sia smantellata e sia posta la pavimentazione in legno WPC, più idonea alla balneazione a piedi scalzi.

Risorse e tempistiche

Con il bilancio di previsione 2021 (approvato il 30 aprile scorso), l’amministrazione comunale ha già previsto lo stanziamento di risorse di 180.000 euro per finanziare subito il I° stralcio dei lavori, da affidare entro inizio settembre 2021. Le risorse proprie saranno poi integrate facendo ricorso a linee di finanziamento specifiche, sia regionali che statali, inerenti l’impiantistica sportiva. Entro qualche settimana sarà affidata anche la progettazione esecutiva.

Gestione

In merito alla gestione della piscina, l’obiettivo è di giungere ad una visione su scala comprensoriale che porti a definire una nuova unica governance integrata con le altre piscine pubbliche del Valdarno, che distano tra di loro poco più di 5 km. Sarà pertanto Aquatempra ad occuparsi della futura nuova gestione dell’impianto. Si tratta della società 'in house' dei Comuni di Empoli, Fucecchio, Santa Croce sull’Arno, Certaldo, San Gimignano e Poggibonsi, che gestisce già gli impianti di proprietà di queste amministrazioni e della quale – entro fine anno – è intenzionato a diventare socio anche il Comune di Castelfranco di Sotto. Ciò consentirà di integrare i servizi della piscina intercomunale di Fucecchio - Santa Croce sull’Arno, utilizzata prevalentemente nel periodo invernale, con quelli della piscina comunale di Castelfranco, che tornerà ad essere utilizzata esclusivamente nel periodo estivo. "Con l’ingresso in Aquatempra si aderirà e, allo stesso tempo, si contribuirà ad ampliare un’importante rete di piscine pubbliche, che vengono gestire in modo unitario per conseguire importanti economie di scala e per realizzare una significativa integrazione dei servizi a livello territoriale, pur senza rinunciare al controllo pubblico, che da sempre garantisce a tutti i cittadini per la piena fruibilità e accessibilità ai servizi" sottolineano dal Comune di Castelfranco di Sotto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco di Sotto: interventi da oltre 600mila euro per la 'nuova' piscina comunale

PisaToday è in caricamento