Calci, lavori pubblici: nel 2020 cantieri per oltre un milione di euro

Annunciati dall'amministrazione comunale una serie di interventi su tutto il territorio comunale

Un milione e 300mila euro per lavori finanziati e programmati nell’anno 2020. E' questa la cifra prevista dal Comune di Calci e destinata ai cantieri che partiranno quest’anno, interessando tutte le frazioni del territorio comunale. Viabilità, difesa del suolo, sicurezza stradale, illuminazione pubblica, nuove strutture e Protezione Civile: tanti e diversi i settori di intervento, dopo un anno impegnativo per far fronte all’emergenza post-incendio, più le difficoltà di organico per i pre-pensionamenti.

Nello specifico, per la difesa del suolo, partiranno indicativamente nel mese di marzo i lavori del secondo lotto per la mitigazione del dissesto idrogeologico a seguito del movimento franoso che ha interessato la zona di San Martino a Montemagno: l’intervento, finanziato interamente dalla Regione Toscana, ha un importo complessivo di 500mila euro.

Per quanto riguarda invece la viabilità, oltre alla realizzazione della nuova rotatoria sulla strada provinciale Arnaccio-Calci per un importo pari euro 525mila, interamente finanziata dalla Regione Toscana e con consegna dei lavori prevista per il prossimo 14 gennaio, gli interventi riguarderanno l'asfaltatura di nuovi tratti stradali e il completamento di precedenti per un importo pari a euro 152mila euro. Ad avere nuova vita saranno tratti di via Tevere, via Santa Maria, via Nicosia, via Tiricella, via di Rezzano, via Sant’Andrea, via delle Badie, via Dante, via Brogiotti, via Calcesana, via Sant’Ermolao, via di Villa, via degli Omberaldi e via Arno.

Contestualmente saranno realizzati nuovi attraversamenti pedonali protetti in via Arnaccio Calci (località Ponte dello Zucchini), via Lungomonte Pisano, via Arnaccio-Monteserra località Ponte Grande, via Ruschi-Piazza della Repubblica, via Ruschi-incrocio via Calcesana, via Arnaccio Monteserra – Scuole elementari. Potenziamenti anche sul fronte dell’illuminazione pubblica che vedrà l’installazione (o il ripristino di punti luce caduti/danneggiati) di 17 nuovi lampioni che si vanno a sommare, per un totale di 125, ai 108 installati nel precedente mandato dell’Amministrazione Comunale. La nuova illuminazione pubblica riguarderà via Brogiotti, via Arnaccio, via Calzezzane, via Pacinotti, via San Martino, via Cava, via Cerbaiola, via Dante, via Monteverdi e via San Lorenzo.

"Importanti novità riguarderanno anche le strutture di servizio pubblico e protezione civile - interviene l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Sandroni - a cominciare dall’installazione di due tabelloni luminosi a messaggio variabile dal costo di euro 17.435 euro, che saranno posizionati agli ingressi del paese (Ponte dello Zucchini - La Gabella). Questi strumenti serviranno a potenziare l’informazione dei cittadini e la sicurezza stradale della collettività. Contestualmente sono partiti lo scorso 7 gennaio i cantieri per la realizzazione della passerella pedonale sul botro delle Pessaule e sono già programmati quelli per l’installazione di un chiosco bar inclusivo di servizi igienici che troverà la sua casa al Parco delle Fonderie per un importo di euro 36.773 euro".

"Ringrazio gli uffici comunali per lo straordinario lavoro effettuato in un periodo di carenza totale di personale che ha visto pensionamenti e procedure di mobilità tutt’ora in corso - conclude il sindaco Massimiliano Ghimenti - e, soprattutto, per averlo fatto in una fase delicata quale quella di superamento dell’emergenza post incendio (terminata a metà dicembre 2019) che è consistita nel gestire le risorse economiche e gli atti necessari per garantire la funzionalità dei cantieri. Se oggi possiamo annunciare questi lavori è solo grazie ad un’attenta pianificazione della spesa e ad una mirata programmazione oltre che alla nostra capacità di attrarre risorse. Oltre un milione di euro è stato infatti attinto dalla Regione grazie alla quale daremo vita a due grandi opere: i restanti 300mila euro sono fondi del nostro bilancio comunale prettamente dedicati a opere e lavori programmati e decisi con i cittadini durante gli incontri di frazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento