Cronaca Marina di Pisa / Via Flavio Andò

Marina di Pisa, crollo di un cornicione alla scuola: entro la fine dell'anno il bando di gara per i lavori

Lo ha riferito in Consiglio Comunale l'assessore ai Lavori pubblici Serfogli. Sui motivi del crollo: "Forse un tentivo di furto della gronda in rame del tetto"

Entro la fine del 2016 verranno messi a gara i lavori per riqualificare la scuola media Niccolò Pisano, a Marina di Pisa, l'edificio che nei giorni scorsi era stato interessato dal crollo di un cornicione. Lo ha reso noto l'assessore ai Lavori pubblici, Andrea Serfogli, rispondendo in Consiglio Comunale ad un question time presentato dal capogruppo di Nap, Maurizio Nerini.

"Gli uffici comunali - ha detto Serfogli - già da tempo avevano individuato tutta una serie di situazioni su è necessario intervenire in manutenzione straordinaria. Tra le criticità era stata individuata anche la porzione di cornicione crollata la scorsa settimana. Al momento gli uffici stanno redigendo un progetto complessivo di intervento, con l'obiettivo di mettere a gara i lavori entro la fine del 2016 e consentire così l'inizio del cantiere entro la fine dell'anno scolastico. Insieme al dirigente scolastico valuteremo l'opportunità di far partire i lavori prima della fine della scuola, in caso contrario il cantiere partirà in estate, una volta terminate le lezioni".

I tecnici comunali, intanto, hanno cercato di capire i motivi che hanno portato al crollo del cornicione. "Il problema - ha riferito Serfogli -  ha riguardato il crollo di una porzione di gronda avvenuta nella notte tra il 9 e il 10 novembre. Apparentemente i tecnici non hanno riscontrato segni di infiltrazioni e sembra che qualcosa abbia creato un effetto domino sugli elementi vicino alla gronda stessa. Sul retro della scuola c'è una recinzione facilmente aggirabile che presenta anche dei segni di apertura, forse preesistenti. Considerato anche il fatto che nella notte in oggetto non ci sono stati fenomeni metereologici di rilievo è stata avanzata l'ipotesi che il crollo possa essere dovuto ad un tentativo di furto della gronda in rame del tetto, posta a bassa quota. Chiaramente si tratta solo di un'ipotesi su cui non sono stati riscontrati elementi precisi. L'area è stata comunque immediatamente messa in sicurezza dai Vigili del Fuoco".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marina di Pisa, crollo di un cornicione alla scuola: entro la fine dell'anno il bando di gara per i lavori

PisaToday è in caricamento