rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

I genitori degli alunni del liceo Carducci chiedono spazi scolastici

Lettera aperta delle famiglie, che chiedono impegni alle istituzioni, a partire dal recupero delle ex aule delle Perodi

La carenza di spazi nelle scuole impatta sulla vita di alunni e famiglie ed un gruppo di genitori del Liceo Carducci di Pisa esprime il suo disappunto con una lettera aperta, a seguito dell'ormai decisa soluzione delle aule prefabbricate da sistemare all'esterno della struttura. "Abbiamo dovuto accettare inevitabilmente e a malincuore - scrivono - la proposta delle aule prefabbricate da posizionare nel giardino della scuola. Dobbiamo accettare perché il rischio di ritrovarci il prossimo settembre con gli stessi gravi problemi di carenza di spazi è altissimo. Ricordiamo che quest’anno si è reso necessario un orario scolastico ridotto, sono scomparsi i laboratori e la biblioteca, anche l’aula magna è stata convertita in aule per le classi, gli studenti del Musicale non fanno più le prove d'orchestra da troppo tempo; tutto questo ha ripercussioni sulla formazione che difficilmente si potranno recuperare".

"L’emergenza sanitaria - spiegano i genitori - ha solo aggravato una situazione di mancata programmazione che dura da anni. Eppure i trend crescenti delle iscrizioni erano già note agli amministratori che al principio di quest’anno e dopo gravi ritardi hanno proposto soluzioni inaccettabili, stabili inadeguati e totalmente scollegati, a Ospedaletto e al mercatino ascianese. Non ci fidiamo più. Se 4 aule prefabbricate in giardino rappresentano una soluzione tampone, parziale e temporanea, la carenza complessiva delle aule richiede molto di più: una lungimiranza, una progettualità concreta e condivisa tra gli enti che amministrano il denaro pubblico e che prendono decisioni sulla formazione delle nuove generazioni. Progettualità che è mancata in questi anni, durante i quali i vari livelli decisionali della politica non hanno voluto trovare gli accordi necessari alla buona gestione della scuola. Cercheremo di far sentire la nostra voce in tutte le sedi affinché le aule ex-Perodi (oggetto di una petizione a novembre scorso), presenti nell’edificio della scuola e abbandonate da anni, che avrebbero dovuto essere pronte entro marzo di quest’anno ma sono ancora in alto mare, così come ogni altro spazio nella scuola destinato oggi ad altri usi, siano ricavati e resi disponibili ai nostri ragazzi entro l’inizio del prossimo anno scolastico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I genitori degli alunni del liceo Carducci chiedono spazi scolastici

PisaToday è in caricamento