Ricerca umanistica e scientifica 'in chiave pop': il progetto della Scuola Normale

Sette delle principali istituzioni culturali italiane, 'guidati' dall'Istituto superiore, si uniscono per una nuova proposta editoriale: libri di alta cultura umanistica e scientifica rivolti ad vasto pubblico

Nasce una nuova realtà editoriale per diffondere la conoscenza scientifica e umanistica, con particolare attenzione alle pubblicazioni on-line. Alcune delle principali istituzioni culturali italiane si sono unite in un progetto ambizioso: Scuola Normale di Pisa, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di Milano, Fondazione Gramsci di Roma, Museo Galileo - Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze, Istituto Italiano per gli Studi Storici di Napoli, Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento di Firenze, Fondazione Collegio San Carlo di Modena mettono insieme le loro competenze in un progetto editoriale comune.

Il progetto si propone di realizzare testi e studi critici originali nei settori di interesse condiviso, muovendosi lungo le linee più avanzate della ricerca sia umanistica che scientifica. L’attività inizierà con tre collane che raccoglieranno studi, monografie ed edizioni di opere promosse dalle istituzioni nei rispettivi settori di ricerca, sia on line che in forma cartacea. L’attività editoriale sarà governata da un apposito Comitato scientifico composto da esponenti di tutte le istituzioni: il presidente, indicato dal Comitato scientifico è il prof. Michele Ciliberto.

"Si tratta - spiega Ciliberto - di una novità assoluta nell’ambito dell’editoria europea ed italiana. Per la prima volta nel nostro Paese, per impulso della Scuola Normale, un gruppo di istituzioni di alto livello con molteplici esperienze e successi nei rispettivi ambiti collabora per un progetto ambizioso: individuare, in un orizzonte interdisciplinare, punti di confronto e di relazione fra cultura umanistica e scientifica, allo scopo di favorire lo sviluppo di un’editoria di alta cultura capace di rivolgersi a un pubblico vasto e di confrontarsi con i problemi attuali e futuri dell’Italia e dell’Europa. Il progetto nasce dalla persuasione che oggi sia indispensabile, per potersi affermare nei campi più avanzati della ricerca italiana e internazionale, stabilire sinergie culturali, scientifiche ed editoriali che consentano di unire le forze e di muoversi oltre i vecchi confini".

Accanto al nome e al logo della nuova struttura, saranno indicati nel frontespizio, con quello della Normale, il nome e il logo dell’istituzione che collabora al progetto e alla realizzazione di ciascuna opera. La responsabilità editoriale, organizzativa, tecnica e amministrativa della nuova struttura è delle Edizioni della Normale. La convenzione è attiva per tre anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento