menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prima il diverbio, poi l'investimento con l'auto: due denunciati a Pontedera

E' accaduto la sera di martedì 6 giugno. Prima la lite in Piazza della Concordia, poi l'assalto di padre e figlio ai danni di uno degli avversari del dissidio. L'accusa è di lesioni e minacce

Lite e vendetta, davanti agli agenti di Polizia, con poi l'accusa di concorso in lesioni personali aggravate e minacce. E' una storia singolare e di violenza quella andata in scena a Pontedera, nella serata di ieri, 6 giugno. A venire denunciati in stato di libertà alla fine sono stati due italiani residenti in città, un 27enne e suo padre 52enne.

La ricostruzione degli inquirenti della serata parte dal primo episodio in Piazza della Concordia. C'è stata infatti una lite, dove tre cittadini stranieri avevano invitato a uscire fuori da un locale il 27enne per risolvere una controversia nata qualche giorno prima, pare per questioni di viabilità. Il giovane ha raccontato agli agenti che uno dei tre lo ha colpito con un pugno. Lui non avrebbe reagito in quanto era in compagnia della figlia minore e non voleva che la situazione degenerasse.

Gli aggressori sono poi andati via. Una volta arrivati gli agenti, che stavano provvedendo alla ricostruzione dei fatti tutti da accertare, il ragazzo ha ricevuto una telefonata dal padre, che lo avvertiva della presenza di uno dei tre uomini sull'adiacente argine del fiume Era. La pattuglia così si è diretta sul posto, fermando il soggetto a piedi.

Mentre gli agenti tornavano verso il proprio mezzo con l'uomo, un'auto a forte velocità si è diretta verso la loro posizione, colpendo intenzionalmente lo straniero di striscio. La macchina si è poi fermata ed è tornata alla carica, impattando di nuovo contro l'uomo, che intanto si era rialzato aiutato dagli agenti. Alla fine i poliziotti sono riusciti a bloccare l'auto, al cui interno c'erano il 27enne ed il padre, che continuavano imperterriti a inveire e minacciare di morte lo straniero. Questi intanto si era riuscito a rifugiare nell'auto della Polizia.

Sono quindi giunti i rinforzi, che hanno condotto in Commissariato i due italiani, procedendo con la denuncia. I due hanno precedenti di Polizia. Allo straniero fermato in ospedale sono stati refertati 5 giorni di prognosi per una contusione che in maniera sorprendente si è rivelata di leggera entità. All'investitore è stata anche ritirata la patente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Arredamento open space: come avere una casa di tendenza

social

Dolci sfiziosi, la ricetta della torta di mele e Nutella

social

Riapre la gelateria De' Coltelli dopo la pausa invernale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento