Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca Tirrenia

J'accuse del Litorale pisano: "Niente è stato fatto"

Confcommercio stila un elenco delle promesse non mantenute dall'amministrazione comunale nella cura del Litorale. Si va dall'abusivo alla mancanza di investimenti. I rappresentanti: "Patrimonio abbandonato. Si danneggia il potenziale turistico"

Uno sfogo amaro quello di Federica Grassini, presidente Confcommercio Pisa, e Fabrizio Fontani, presidente ConfLitolare Pisano. I rappresentanti delle imprese hanno raccolto in un documento i principali problemi che affliggono il litorale fra Marina e Tirrenia. Problemi d'insieme, casi particolari, ed una domanda su tutte: "Perché questo abbandono? Perché si lascia morire nell'indifferenza un patrimonio paesaggistico ed economico che vale più del 30% del turismo provinciale?".

Sul lato turistico Confcommercio denuncia un mancato potenziamento dei collegamenti con Pisa città ed aeroporto, unito ad una serie di deficit strutturali: assenza di sportello informativo e di orientamenti per i villeggianti (solo uno temporaneo a Tirrenia); segnaletica in lingua straniera e bagni pubblici mancanti; presenza di un unico distributore di carburante a Marina che, come nel caso del giorno di Epifania, se fuori uso causa situazioni di grave disagio. Inoltre l'arredo urbano sarebbe "fatiscente e inadeguato, con l'illuminazione pessima sia l'inverno che nella stagione estiva, nonostante le innumerevoli segnalazioni".

Altri capitoli dolenti, che dimostrano il non rispetto delle promesse secondo i due rappresentanti, sono i casi del campo nomadi e di Piazza Viviani a Marina. Il primo, abusivo e presente da oltre 10 anni, è stato di fatto confermato dal Consiglio Comunale in agosto 2013 (con forniture di luce e acqua) nonostante le rassicurazioni sullo sgombero: "Due pesi due misure, considerando quanto accaduto per le bancarelle di Piazza dei Miracoli". Lo stesso per la piazza: a luglio 2012 c'era stato l'annuncio dell'Amministrazione dell'avvio della riqualificazione, poi più di un anno dopo nel Tavolo permanente per il Litorale Pisano, tra gli impegni, si legge “acquisizione entro dicembre 2013 delle aree di Piazza Viviani dall’azienda ospedaliera”.   

A Marina devono ancora essere completate la fognatura nera (Bagno Lido via Arnino) e deve partire la realizzazione del progetto condiviso per risolvere il problema degli allagamenti, che nello scorso ottobre 2012 hanno causato ingenti danni. Inoltre resta in sospeso lo smantellamento dell'antenna sul lungomare, sorta in brevissimo tempo nel novembre del 2010 e ancora non rimossa.

A Tirrenia, in Piazza Belvedere, sono decine gli extra-comunitari che occupano durante il periodo estivo, ma anche nei weekend del periodo invernale, l’intero marciapiede antistante il Grand Hotel Continental con merce contraffatta. L'amministrazione comunale si era impegnata a disciplinare e regolamentare la presenza delle bancarelle, quelle con un regolare permesso, prevedendo una nuova ricollocazione. Anche sotto questo profilo tutto è rimasto inalterato. E Calambrone, una parte significativa del Litorale Pisano, resta ancora completamente trascurato. "Così - sostiene Confcommercio - si danneggia l'immagine ed il potenziale turistico di questo territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

J'accuse del Litorale pisano: "Niente è stato fatto"

PisaToday è in caricamento