Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Lotta al degrado, il Comune individua 18 aree: "Necessario ristabilire il decoro"

I casi affrontati dall'amministrazione riguardano tutta la città, dal centro al litorale passando dalle periferie. Filippeschi: "Tutto il possibile per mettere in sicurezza e ristabilire il decoro urbano nei siti abbandonati e degradati"

Dalla terrazza di Piazza Belvedere a Tirrenia, all'area ex Galeazzo in via Aurelia, passando per i ruderi sul lungarno Galilei. Sono solo alcune delle 18 aree, molte delle quali appartenenti a privati, su cui l'amministrazione comunale sta tentando di intervenire per sanare, d'accordo con i proprietari, situazioni di abbandono e di degrado. "Stiamo facendo tutto il possibile - afferma il sindaco, Marco Filippeschi - per mettere in sicurezza e ristabilire il decoro urbano in tutti quei siti abbandonati e degradati, diventati nel tempo sede di attività illecite e fonte di insicurezza per i residenti. I motivi per cui nelle città queste situazioni si moltiplicano dipendono da vari fattori: crisi economica, cessata produzione, fallimenti".

Gli interventi riguardano tutta la città: dal centro al litorale, passando per le aree periferiche. "In tutto - afferma Simone Consani, del Comune di Pisa - sono state individuate 18 aree. Alcune di queste situazioni sono già state affrontate e risolte dopo una prima fase istruttoria da parte degli uffici. Su altre stiamo invece ancora lavorando ma già si iniziano a intravedere i primi risultati". L'amministrazione ha deciso di affrontare la situazione caso per caso. "Si tratta di situazioni complesse - prosegue Filippeschi - per diversi motivi. Innanzi tutto le norme, che non sempre aiutano. In secondo luogo perchè si tratta di coordinare non solo i diversi uffici comunali, ma anche autorità esterne al Comune".

Filippeschi sottolinea poi l'importanza dell'iniziativa. "Pisa - continua il sindaco - ha una forte tradizione di recupero e riuso del costruito: ex Fiat a Marina, colonie di Calambrone, Ville Urbane e corte Sanac e tante altre. Per situazioni analoghe spingeremo affinchè i privati procedano e per quanto possibile favoriremo operazioni importanti di recupero. Se invece non dovessimo trovare disponibilità da parte di quest'ultimi, interverremo con gli strumenti a disposizione".

RUDERI SUL LUNGARNO E TERRAZZA A TIRRENIA. Per il primo c'è un contenzioso legale in atto per la riscossione del suolo pubblico, dopo la denuncia, da parte del Comune, del proprietario dell'immobile abbandonato. "Nel corso del Consiglio Comunale di ieri - spiega Filippeschi - è stata bocciata la proposta avanzata da qualcuno di farne un'area verde. Abbiamo comunque pronto un progetto su cui c'è già l'apertura da parte della Soprintendenza. Aspettiamo di capire come si evolve la situazione da un punto di vista legale".

Altra 'ferita' che potrebbe rimarginarsi è la terrazza a mare di Tirrenia, dissestata e ridotta a un colabrodo. Privata a uso pubblico, da anni è oggetto di un tira e molla tra l’amministrazione e il concessionario dello stabilimento balneare sottostante. Dopo la diffida firmata dal sindaco ad inizio agosto il gestore sembra pronto ad intervenire ed è in corso l'approvazione di un progetto di manutenzione in compartecipazione con il Comune.

BIGATTIERA E PUTIGNANO. Dopo lo sgombero dell'insediamento rom della Bigattiera ("un atto dovuto - ribadisce Filippeschi - alla città e agli abitanti del quartiere") è ora in corso il ripristino ambientale. "Anche a Putignano e Barbaricina - prosegue Filippeschi - ci sono aree occupate abusivamente da cittadini rom: si tratta di situazioni non paragonabili a quella della Bigattiera ma su cui stiamo comunque intervendo". In totale si tratta di 7 terreni agricoli con abusi edilizi e trasformazioni abusive. Due di queste aree sono già state recuperate, "le altre 5 lo saranno presto".

PIAZZA VETTOVAGLIE E STAZIONE. Oltre ai 18 siti già individuati ci sono poi anche i progetti di riqualificazione di piazza delle Vettovaglie e del quartiere della stazione. "Considero entrambi - dice Filippeschi - altrettanto importanti per la lotta al degrado.  I due progetti di recupero coinvolgono privati. Per la stazione è stato presentato ieri il progetto per chiedere i finanziamenti alla Regione, mentre per piazza delle Vettovaglie la richiesta verrà inoltrata a giorni. Su quest'ultimo progetto c'è anche il coinvolgimento e il sostegno della Fondazione Pisa".

I 18 CASI AFFRONTATI DAL COMUNE

Area ex Galazzo in via Aurelia - Ordinanza del sindaco per la messa in sicurezza, impugnata al Tar dal curatore fallimentare. Possibile il recupero dell’area per attività commerciali e servizi
Ruderi lungarno Galilei - Emessa ordinanza sindacale e denuncia alla procura della Repubblica. Contenzioso legale per la riscossione del suolo pubblico
Terrazza Piazza Belvedere a Tirrenia - Dopo l’emissione della diffida al concessionario, è in corso la approvazione di un progetto di manutenzione in compartecipazione con il Comune
Area ex Pachamama a Tirrenia - Dopo l’ordinanza, la proprietà ha messo in sicurezza l’immobile
Gru presenti nell’area del cantiere 'Le Camelie' a Tirrenia - Impegno preso dal proprietario delle gru per la rimozione entro gennaio 2016
Terreno degradato c/o Mattonaia / Ang. Via degli Orafi - Intervento completato il 15 dicembre
Cantiere degradato ex Draga, Lungarno Guadalongo - Effettuati più sgomberi. In attesa dalla nota degli organi di Pubblica Sicurezza per poter emettere ordinanza ad hoc
Putignano e Barbaricina, terreni agricoli con abusi edilizi e/o trasformazioni abusive (7 casi) - 2 conclusi e 5 in corso
Insediamento rom, Marina di Pisa via di Bigattiera - Superamento del campo concluso il 30 settembre, ripristino ambientale in corso
Stazionamento abusivo roulotte via Monte Rosa a Riglione - Rimozione a fine marzo 2015
Baracche abusive su verde pubblico via Gandhi a La Fontina - Rimozione il 19 novembre 2015
Baracche abusive Golena d’Arno Lato Nord - Rimozione a maggio 2015
Intervento pulizia ed interdizione nuovi insediamenti abusivi via di Viaccia - Effettuato nel luglio 2015
Cavalcavia Sant’Ermete - Nuova illuminazione realizzata e cartellonistica installata
Immobile via San Lorenzo 25/27 – Effettuate tamponature degli ingressi a settembre/ottobre. Contenzioso legale in corso per la riconsegna del bene al proprietario
Area ex Siticem a La Vettola - Avvio del procedimento per rimozione amianto; in caso di inadempimento ordinanza dirigenziale
Pista ciclabile Via Boccherini/Via della Fossa Ducaria al Cep - apposizione di dissuasori per evitare discariche abusive
Scritte su edifici privati e pubblici nel centro storico - Cancellazione effettuata nei loggiati delle poste centrali, Chiesa dei Cavalieri e in alcuni edifici del centro. Effettuate tre denunce contro ignoti per scritte in Logge di Banchi, piazza Martiri della Libertà, via Oberdan-via Dini-via S.Caterina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al degrado, il Comune individua 18 aree: "Necessario ristabilire il decoro"

PisaToday è in caricamento