Cronaca

Lottizzazione tadini località la gabella: la giunta ghimenti si dia una mossa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

I Consiglieri Comunali Giulio Messerini e Paolo Lazzerini non si arrendono dinanzi all'annosa vicenda della Lottizzazione Tadini in loc. La Gabella sorta oltre 7 anni fa nell'area che ospita ben 76 famiglie oltre al centro commerciale Eurospin. A gravare sulla situazione il fallimento ormai certificato della ditta costruttrice che realizzò quelle opere.

Dopo aver portato all'interno della commissione "Uso e Assetto del Territorio", già dalla passata legislatura, la documentazione che certifica lo stato di degrado e d'abbandono del manufatto e del relativo cantiere costruito in prossimità dell'abitato, sembrava che qualcosa si stesse muovendo.

Gli organismi sanitari hanno provveduto ad un'ispezione dell'area per verificarne le condizioni da cui, successivamente, è scaturita un'apposita ordinanza dove si obbliga i diretti interessati a "provvedere all'effettuazione degli interventi indicati dalla ASL 5". Dopo questo atto il Giudice, che ha in mano la vicenda, ha autorizzato il curatore fallimentare ad utilizzare mezzi e risorse necessarie per avviare gli interventi richiesti.

A questo punto si trattava, da parte dell'Amministrazione Comunale e degli uffici competenti, di far rispettare l'apposita ordinanza emessa più precisamente il 5 Dicembre scorso, ma soprattutto di verificare in prima persona che tutto venisse svolto a regola d'arte, al fine di eliminare il persistente stato di degrado e pericolo; acqua putrida e suppellettili continuano a regnare in quel pericoloso manufatto in cui trovano dimora persino ratti e bisce. Su detto manufatto pende inoltre un "abuso edilizio" causa la costruzione della struttura troppo a ridosso del Rio S. Stefano.

Prima di rinominare le strade del circondario con una nuova segnaletica predisposta dall'Amministrazione è necessario portare a compimento ed acquisizione di quelle opere di urbanizzazione che a tutt'oggi sembrano costruite "male ed a metà" e che purtroppo continuano a creare non pochi problemi a chi ha deciso di venire ad abitare in Valgraziosa: dalla segnaletica orizzontale e verticale in stato d'abbandono, alla fognatura nera in contropendenza che crea intasi e fuoriuscite di liquame, sino ad arrivare alla mancata realizzazione della pista ciclabile e del pozzo artesiano; quest'ultimo estremamente necessario per irrigare l'unica area a verde esistente.

Speriamo che durante l'incontro con i residenti de "La Gabella" promosso dalla Giunta Comunale del 18 giugno u.s., il Sindaco Ghimenti e l'Assessore ai lavori pubblici Sandroni abbiano preso visione dell'annosa vicenda e siano in grado di sanare una volta per tutto questa situazione al limite dell'inverosimile.

I Consiglieri Comunali
membri della Commissione Uso e Assetto del Territorio
Giulio Messerini - Paolo Lazzerini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lottizzazione tadini località la gabella: la giunta ghimenti si dia una mossa

PisaToday è in caricamento