Luci di Natale, il Comune sostiene l'intera spesa ma Confesercenti spinge per accelerare l'accensione

L'associazione di categoria esprime soddisfazione per la decisione dell'amministrazione comunale e chiede di velocizzare i tempi per dare un segnale di speranza al commercio

(foto d'archivio)

“In un momento di forte crisi in cui la pandemia non sta mollando la propria morsa, diamo atto al Comune di Pisa di essersi accollato interamente la spesa per l’illuminazione natalizia in città. Ci attendiamo però che i tempi di accensione siano rapidi”. A parlare è Confesercenti Toscana Nord con i responsabili area pisana e centro storico Simone Romoli e Francesco Mezzolla, dopo un colloquio telefonico con l’assessore Paolo Pesciatini. “Quest’anno l’amministrazione comunale ha deciso di gestire in prima persona l’illuminazione natalizia - spiegano - accollandosi tutte le spese. Mentre l’anno scorso erano gli operatori tramite le associazioni di categoria a contribuire in parte alle spese, per il 2020 Palazzo Gambacorti ha svolto una gara per affidare montaggio e accensione. Non possiamo che esprimere soddisfazione per questo passo che libera i commercianti della quota che ogni anno versavano per completare il budget, in un momento di crisi dovuto al Coronavirus”.

Nel colloquio tra Confesercenti e assessore Pesciatini c’è stato anche l’invito ad accelerare i tempi per l’accensione. Concludono Simone Romoli e Francesco Mezzolla: “A Pontedera le installazioni luminose sono già accese mentre a Lucca, per citare una città limitrofa, il montaggio è ormai ultimato. Anche Pisa al più presto ha bisogno di creare una atmosfera natalizia per dare un segnale di speranza al commercio cittadino pur nelle difficoltà del momento. L’assessore Pesciatini ha preso l’impegno di fare in modo che le luci siano accese per l’ultimo fine settimana di novembre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento