rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Cronaca Centro Storico / Piazza Francesco Domenico Guerrazzi

La Stazione Leopolda in prima linea per l'Ucraina: svago e divertimento per i piccoli fuggiti dalla guerra

La struttura di piazza Guerrazzi funziona inoltre come centro di raccolta di indumenti, giocattoli e passeggini donati dalla cittadinanza

Lezioni di italiano per gli adulti e attività ludiche per i bambini. Ogni mercoledì pomeriggio alle 16.30 la Stazione Leopolda di Pisa apre i suoi spazi alla solidarietà verso i profughi ucraini, costretti a scappare dal proprio paese a causa della guerra in corso e accolti nella nostra città. Le attività, promosse dalla Chiesa Cristiana La Torre in collaborazione con la Comunità Ucraina di Pisa, sono appena partite e sono già una ventina le famiglie che vi stanno partecipando. 

“Ogni giorno siamo di fronte all’ufficio immigrazione della Questura di Pisa per aiutare i profughi a compilare i documenti per la registrazione - spiega Michel Di Feliciantionio, volontario dell’associazione La Torre, che tiene le lezioni di italiano insieme all’interprete moldava Stella Popovscaia - ci rendiamo conto che non conoscere la lingua del paese che ti sta accogliendo può rappresentare una grande barriera ed è dunque fondamentale impararla. Inoltre questi incontri rappresentano un momento di condivisione e di socializzazione, sia per gli adulti che per i bambini, e restituiscono loro un po’ di spensieratezza”.

Anche le attività ludiche con i più piccoli sono rese possibili grazie al supporto di un’interprete, Kateryna Nesterenko, della comunità ucraina, residente in città da due anni.
Oltre a ospitare queste attività, i queste settimane la Stazione Leopolda ha inoltre funzionato come centro di raccolta di indumenti, giocattoli e passeggini donati dalla cittadinanza, che i profughi ucraini possono ritirare a seconda dei loro bisogni.

"Da quando è scoppiato il conflitto - spiega il presidente dell’associazione Casa della Città Leopolda, Martino Alderigi - abbiamo lanciato la raccolta di aiuti umanitari, grazie anche al lavoro sinergico con la comunità ucraina pisana, a cui i cittadini hanno risposto con grande partecipazione. Siamo felici di offrire questo spazio per iniziative, quali il corso di italiano per gli adulti e le attività di animazione per i più piccoli, che partono dal tessuto sociale e incarnano lo spirito di solidarietà che ci è proprio”.

Per informazioni su corsi e attività è possibile rivolgersi al numero 328 3824981.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Stazione Leopolda in prima linea per l'Ucraina: svago e divertimento per i piccoli fuggiti dalla guerra

PisaToday è in caricamento