Cronaca Oratoio / Piazza Giuseppe Garibaldi

Luminara 2013, non solo magia: 50 interventi di assistenza sanitaria e un accoltellamento

Oltre allo spettacolo pirotecnico, ai lumini e alla Torre illuminata la notte di San Ranieri ha portato anche qualche problema di sicurezza e degrado urbano: circa 50 interventi del 118, accoltellamento in Piazza Mazzini e scippo in Vettovaglie

Foto Elisa Piras per Pisa Today

I Lungarni con le migliaia di lumini accesi, la Torre illuminata, i fuochi d'artificio e 150mila persone in  festa per le strade di Pisa: lo spettacolo e la magia della Luminara sono sempre assicurati, ma quando calano i riflettori si inizia a fare il bilancio e analizzare anche i lati negativi della notte di San Ranieri, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza e il degrado urbano, dovuto alla sporcizia nelle strade.

Il Questore Gianfranco Bernabei assicura che la serata si è svolta in piena sicurezza grazie anche all'impegno di 300 uomini delle forze dell'Ordine e all'ausilio di un elicottero abilitato al volo notturno. Fitta collaborazione tra Polizia Municipale, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale, Polizia Provinciale e 130 i vigili urbani, tutti in servizio sia per la sicurezza che per la gestione della circolazione.

Qualche 'intoppo' però c'è stato: numerosi gli interventi per assistenza sanitaria effettuati dal 118, tra cui quello verso una persona ferita in seguito a un accoltellamento in Piazza Mazzini verso le 3 di notte; la vittima è stata trasportata al Pronto Soccorso ma poi si è allontanata da sola spontaneamente. Alla lista nera c'è da aggiungere anche uno scippo di un algerino, fermato dalla Squadra Mobile mentre si stava impossessando del portafogli di una turista in Piazza delle Vettovaglie; tante le chiamate al 113 e 112 per schiamazzi notturni e disturbo della quiete pubblica.

Durante tutta la notte 120 uomini (tra volontari e personale del 118, Protezione Civile, Croce Rossa, Misericordia, Pubblica Assistenza, Vigili del Fuoco) hanno vigilato con ambulanze, gommoni sull'Arno e presidi dislocati in centro. Gli interventi effettuati sono stati circa 50, principalmente per uso eccessivo di alcolici e qualche malore.

Oltre al problema sicurezza, arginato dalle Forze dell'Ordine e sanitarie fino alle prime ore dell'alba, passiamo a quello della sporcizia nelle strade. È ovvio che il passaggio di 150 mila persone per il centro storico non può lasciare la città perfettamente pulita e in ordine, ma in alcuni punti di Pisa l'aria era davvero irrespirabile a causa dell'urina sui muri. A fine serata molti marciapiedi, scalinate e stradine erano cosparse da cocci di bottiglie. Insomma anche se la Questura aveva vietato la vendita di bibite in vetro, erano troppi gli abusivi che passavano per le strade con carrelli di birra e alcolici in bottiglia; per questo motivo sono state sequestrate 300 bottiglie di birra nella zona di piazza Dante.

Dalle 4 alle 8 di mattina, 25 uomini AVR con la collaborazione di Pisamo, hanno raccolto circa 200 quintali di rifiuti. Da mezzogiorno è stato effettuato un nuovo turno per pulire i Lungarni dai lumini rimasti dopo lo smontaggio delle biancherie. Infine c'è da segnalare che nonostante la cocente delusione del Pisa calcio, il rientro della squadra in città è stato gestito con la massima serenità: lo stadio è rimasto aperto per l’occasione con oltre 2000 tifosi che verso l’una hanno voluto dimostrare il loro affetto ai calciatori.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luminara 2013, non solo magia: 50 interventi di assistenza sanitaria e un accoltellamento

PisaToday è in caricamento