Fiume Morto: una macchia scura fa scattare i controlli di Arpat

I tecnici dell'Agenzia hanno effettuato i controlli per stabilire l'origine della macchia, successiva comunque alle piogge

Una macchia scura sul Fiume Morto, da Madonna dell'Acqua verso il mare, ha fatto scattare i controlli dell'Arpat, allertata dalla Questura, venerdì 3 giugno

Il sopralluogo Arpat è stato effettuato partendo dal ponte del Fiume Morto a Madonna dell'Acqua arrivando fino alla Sterpaia a Cascine Vecchie, nel Parco di San Rossore. Dal ponte della Sterpaia erano visibili delle macchie di colore scuro, in superficie, che venivano trascinate lentamente dalla corrente verso il mare. Non sono state, comunque, percepite maleodoranze.

Il sopralluogo è proseguito risalendo il corso del fiume verso la città di Pisa, all'altezza del ponte su via Aurelia e del ponte su via Pietrasantina, alla confluenza del Fiume Morto con un fossato che la costeggia. Gli operatori Arpat hanno verificato che le macchie risultavano più lievi seppur l'acqua del fossato risultasse di un colore più scuro rispetto a quella del Fiume Morto.
L'evento è successivo alle forti precipitazioni verificatesi, sulla città, nei giorni precedenti.

E' stato comunque deciso di effettuare un campionamento dell'acqua nel punto dove il fenomeno si presentava più intenso per le verifiche analitiche, tuttora in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Prenotazione Cup, servizio sospeso su tutto il territorio

  • Liceo Galilei di Pisa: studenti denunciano offese ricevute dai professori

  • Concorso in Regione: 84 posti per assistente amministrativo

Torna su
PisaToday è in caricamento